Come Ispettoria Lombarda abbiamo colto il Sinodo Giovani come una vera e propria opportunità per riflettere sul mondo dei giovani e sulla qualità della nostra azione pastorale vocazionale.

Madre Yvonne ci scrive: Questo evento ci rallegra profondamente e ci interpella come Istituto che ha per missione l’educazione delle giovani e dei giovani. Ascoltare il grido dei giovani oggi è una sfida per la Chiesa, per la società, per l’Istituto”.

Il Sinodo è un’opportunità straordinaria per le nostre Comunità Educanti: parlare di giovani rimanda alla fatica generativa degli adulti. La conversione pastorale ci deve spronare non solo a guardare, ma a vedere e a decidere.

Ogni 13 del mese, in memoria di Madre Mazzarello, sarà proposto alle Comunità Educanti il nostro sussidio annuale. Quest’anno il sussidio vuole offrire degli spunti, delle provocazioni per un discernimento sulle prassi della nostra azione pastorale per una maggiore esplicitazione dell’intenzionalità educativa e per una consapevolezza maggiormente condivisa. Fare memoria delle motivazioni, fermarsi a pensare a ciò che portiamo avanti è indispensabile per verificare, rinnovare, consegnare ad altri la nostra missione educativa in un’ottica di corresponsabilità.

Ogni tappa mensile prende spunto dal Sussidio “Considerate questo tempo”  riletto e completato secondo la spiritualità salesiana.