ORATORIO

ORATORIO – CENTRO GIOVANILE

PREMESSA

L’oratorio in Lombardia si inserisce nelle numerose agenzie educative presenti nel territorio. A tal proposito la regione Lombardia lo riconosce come “uno dei soggetti sociali ed educativi della comunità locale”. Gli oratori, delle dieci diocesi Lombarde, svolgono attività di pastorale giovanile e di educazione cattolica e hanno una funzione formativa più ampia verso il mondo giovanile (sport, doposcuola, teatro, musica, sostegno a ragazzi in difficoltà, promozione del volontariato, alfabetizzazione, animazione del tempo libero).

Noi, con la nostra presenza sul territorio, ci inseriamo, con diversi ruoli e funzioni, all’interno degli oratori e delle parrocchie delle Diocesi di: Brescia, Lodi, Milano, Pavia, Como.

 

VISIONE E MISSIONE

Con la nostra presenza negli oratori diocesani portiamo, nell’educazione formale e non formale, la spiritualità del Sistema Preventivo, in particolare:

  • presenza, condivisione e apporto di pensiero negli organismi decisionali e di progetto;
  • cura della pedagogia d’ambiente per veicolare i valori umani e cristiani;
  • accoglienza e attenzione per ogni “giovane”, in particolare i più poveri a partire dalla “parolina all’orecchio”;
  • accompagnamento, in particolare delle giovani, nei diversi processi di crescita e di discernimento vocazionale;
  • attenzione alle famiglie dei destinatari.

 

Una grande cura viene data alla catechesi e all’animazione dei gruppi giovanili per aiutarli nella scoperta, crescita e approfondimento della fede.

 

DESTINATARI

La nostra presenza è in prevalenza nei cammini di iniziazione cristiana, mentre la presenza dal post cresima ai giovani è numericamente inferiore. Alcune presenze sono sui gruppi giovanili con un’attenzione specifica nel campo di animazione e di impegno nella comunità cristiana.

Ogni Figlie di Maria Ausiliatrice, nel contesto in cui si trova ad operare, offre un’attenzione particolare alle famiglie dei destinatari.

 

SCELTE OPERATIVE

  • Formare le Figlie di Maria Ausiliatrice che operano negli oratori sull’attualizzazione del Sistema Preventivo e sulle nuove sfide (in particolare comunicativa).
  • Costituire il Gruppo oratorio per dare linee di azione e possibilità di formazione attraverso la proposta di materiale selezionato su temi specifici.
  • Essere disponibili a dare risposta alle richieste di presenza alle proposte formative diocesane.

 

LAVORO IN RETE

Un forte lavoro in rete si attua con le Diocesi, le singole parrocchie e altre agenzie educative dei diversi territori. Significtiva è l’opportunità che ci viene offerta di partecipare agli incontri mensili dell’ODL (Oratori Diocesi Lombarde).

 

Abbi il coraggio di conoscere

Rita Levi Montalcini, BUR –Scienza- 2005   “Un grande avvenire dietro le spalle”: quando ripenso a questo libro ricevuto in dono per Natale da una cara amica tanti anni fa, per prima cosa mi viene in mente questa celebre frase di Vittorio Gassman, tanto...

Sulle spalle di due giganti

don Angel Fernandez Artime   La spiritualità salesiana è forte e regge l’urto del tempo perché saldamente connessa a due figure uniche nella storia provvidenziale della Chiesa: san Francesco di Sales e san Giovanni Bosco.   Vi auguro un felice anno nuovo,...

Andate in rete

TESTIMONIATE IL VANGELO CON LA VOSTRA VITA. Andate in rete di Marco Pappalardo – Lorenzo Galliani – Alfredo Petralia   I new media sono una risorsa per la crescita, la formazione, la pastorale, l’insegnamento, la catechesi perché si possono trasferire le...

Senza calze per scaldare i figli

Di Annalisa Teggi   Ha camminato a piedi scalzi perché i suoi figli potessero usare le sue calze come guanti. Era una famiglia in fuga dall'Afghanistan. I figli sono stati soccorsi, ma la madre è morta.   Il nostro presepe vivo - un'altra strada Per un’altra...

Buon Natale 2021

Figli amati e chiamati  «Un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio» (Is 9,5)   «Sei Tu, Gesù, il Figlio che mi rende figlio. Abbracciando Te, Bambino della mangiatoia, riabbraccio la mia vita. Accogliendo Te, Pane di vita, anch’io voglio donare la mia vita....

Dal carcere alla società grazie al teatro

Di Luca Cereda La storia di Ibrahima Kandji che è uscito dal carcere grazie al progetto teatrale “Per Aspera ad Astra”, sostenuto economicamente da 11 Fondazioni di origine bancaria   «Parlavo pochissimo l’italiano, ma grazie all’esperienza teatrale in carcere ho...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi