20^ Domenica del Tempo Ordinario

16 agosto 2020 – Anno A

Vangelo di Matteo 15,21-28

COMMENTO di Suor Beatrice Schullern, FMA

 

“Donna, grande è la tua fede!” (Mt 15,28); così si conclude il brano evangelico di questa XX Domenica del Tempo Ordinario. Gesù si trova in terra pagana, nei pressi di Tiro e Sidone, a nord-ovest della Galilea. Qui incontra una donna cananea che, con grande insistenza, si rivolge a Lui chiedendogli di guarire la figlia tormentata da un demonio (cfr. Mt 15,22). Senza alcun rispetto umano e con grande audacia quest’ultima grida la sua piccolezza, la sua indegnità, implorando il miracolo tanto desiderato. È a conoscenza dei tanti prodigi operati dal Maestro ed è certa che la sua speranza non verrà delusa.

“Ma egli non le rivolse neppure una parola” (v. 23). La pericope evangelica è chiara: Gesù vede, ascolta, sente il grido straziante di quella donna… eppure tace. Quante volte abbiamo fatto anche noi esperienza di questo silenzio sconcertante di Dio? Perché nei momenti di dolore più grande ci sembra che Gesù non si curi di noi?

L’apparente indifferenza di Gesù suscita l’intervento dei discepoli; la reazione non tarda ad arrivare: “Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele” (v. 24). La cananea non desiste: “Signore, aiutami!” (v. 25). Anche all’udire una risposta che sembra chiudere ogni speranza – “Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini” (v. 26) -, non si arrende. Confida in quello che ha visto, che ha sentito. Sa che Gesù la esaudirà.

Sant’Agostino commenta giustamente: “Cristo si mostrava indifferente verso di lei, non per rifiutarle la misericordia, ma per infiammarne il desiderio” (Sermo 77, 1: PL 38, 483). La donna gridava come se il Signore non la sentisse, mentre invece egli disponeva in silenzio ciò che nel suo cuore aveva già deciso di accordarle. Il silenzio di Gesù è, dunque, scelta eminentemente pedagogica: quante volte “usiamo” Dio a nostro piacimento? Quante volte esigiamo tutto e subito senza essere disposti ad aprire il cuore a Lui, ad amarlo, ad ascoltare la Sua Parola e a metterla in pratica? Troppe, forse. Ebbene, il silenzio di Dio ci educa. Ci costringe ad entrare in relazione con Lui, ad ascoltare la Sua Parola, ad affidarci. Non tutto ciò che a noi appare “bello, buono e desiderabile” è un bene per la nostra anima. Quando tutto tace, ricordiamo che abbiamo un Padre nei cieli che ci ama e che la nostra salvezza eterna, il Bene vero per la nostra anima, è innanzitutto accogliere il Suo amore e mettere in pratica la Sua Parola. Tutto il resto viene di conseguenza.

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Educarsi ed Educare al web

È uscito a fine agosto in tutte le librerie (anche on line) il libro Educarsi ed Educare al web. 30+1 riflessioni, consigli e idee per tutti, scritto da Marco Pappalardo e Alfredo Petralia, e edito dalle Edizioni San Paolo.   Un volumetto originale nel contenuto...

Libano. «Non basta ricostruire le case»

A un mese dall'esplosione al porto di Beirut, il futuro del Paese, già in ginocchio prima della tragedia, appare ancora incerto. La Chiesa, Avsi e altre realtà stanno aiutando il popolo libanese a ripartire. E a non abbandonare quelle terre Di Maria Acqua Simi  ...

Nel cuore del mondo – #livethedream

PROPOSTA PASTORALE 2020-2021 NEL CUORE DEL MONDO - “Ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare” #LIVEthedream   La Proposta Pastorale 2020-2021 inizia un nuovo percorso triennale dell’Italia Salesiana. Alcuni anniversari di famiglia ed eventi di Chiesa rilevanti...

Socialità e creatività nell’era digitale

Proponiamo la visione del video di un incontro svoltosi durante il Meeting di Rimini che apre importanti riflessioni sul tema del digitale. “È L’ONLIFE, BELLEZZA”. SOCIALITÀ E CREATIVITÀ NELL’ERA DIGITALE Costantino Esposito, Professore Ordinario di Storia della...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi