Oratorio estivo: perché non fare un giornalino?

L’oratorio estivo è sempre più un’opportunità per unire attività formative ad attività ludiche. La realizzazione di un giornalino dedicato alle settimane dell’oratorio estivo è una di queste attività.

Pubblichiamo l’esperienza degli Oratori di S.Maria del Suffragio e SS. Silvestro e Martino di Milano, che ha hanno voluto realizzare un giornalino come attività di laboratorio. Ne riportiamo  alcuni contenuti e l’impaginato finale in PDF.
 FMA-giornalino-oratorio-cover

Introduzione:

 Sembra incredibile ma questo è già l’ultimo numero del nostro giornalino!
Eccoci quindi a voi con la gioia immagazzinata in questi giorni bellissimi trascorsi insieme e un briciolino di malinconia, quella di quando bisogna salutarsi. Molti di noi si ritroveranno nelle settimane organizzate dall’Oratorio in montagna, ma tutti porteremo con noi i volti sorridenti, spesso sudati ma felici, di ciascuno. In queste due settimane di oratorio estivo abbiamo vissuto la bellezza dello stare insieme attraverso tantissime attività: dai giochi a squadra ai tornei, dai laboratori ai momenti di preghiera e di condivisione.
Il tempo ci ha regalato belle giornate di sole (con qualche piccolo intervallo di pioggia), che hanno reso fantastiche anche le uscite all’acquapark. Il tema dei nostri incontri (Tutti a tavola – Non di solo pane vive l’uomo) ci porta ogni giorno a scoprire aspetti diversi dello stare insieme: impariamo così ad ascoltare, condividere, servire, accogliere in modo gioioso e aperto, a nutrirci di tutto quello che rende autenticamente bella la nostra vita, sullo stile di Gesù. Con l’ultimo numero è tempo anche di ringraziamenti: grazie di cuore a don Paolo, a tutte le suore, a tutte le signore e gli uomini che in ruoli diversi hanno consentito lo svolgersi di questa nuova avventura. Li abbiamo visti sudare, divertirsi e stancarsi con noi… grazie!
Grazie per averci insegnato com’è bello stare insieme, a condividere, come intorno alla tavola del nostro logo, la nostra vita, tenendo sempre lo sguardo diretto a Gesù che sa renderla così bella e ricca di doni.
Per il resto… onore alla squadra vincitrice, all’attapirata ultima classificata, alla seconda e alla terza e …
ARRIVEDERCI TUTTI
ALL’ANNO PROSSIMO!!!!

 Interviste alle suore

FMA-intervista-srLeo 

Intervista a sr Leo

Da quanti anni sei qui all’oratorio? 

35
Cosa fai di preciso?
Di tutto!

Qual è la cosa più bella dell’oratorio secondo te? I ragazzi sono un po’ monelli?
Qualche volta sono dispettosi tra di loro

Ti piace stare qui?
Certo! Mi piace giocare insieme ai ragazzi

Cosa pensi dei ragazzi troppo competitivi?
Devono imparare a vincere e a perdere

L’anno prossimo ci sarai ancora, vero?
Se non cambio casa sì!

FMA-giornalino-estivo-srLu

Intervista a sr Lù

Da quanti anni sei suora?
Tredici

Cosa ti piace del tuo lavoro?
Non lo considero un lavoro!

Intendevamo: ti piace lavorare con i bambini?
Mi piace stare insieme ai ragazzi e ai giovani perché mi insegnano tantissimo. Ogni giorno mi fanno scoprire com’è bello relazionarsi con gli altri.

Cosa ti diverte di più all’oratorio?
I sorrisi dei bambini

Qual è il momento della giornata che preferisci?
Ogni momento è bello perché durante i giochi, le preghiere e quando si canta l’inno, vedo sempre persone che si divertono e questo mi fa stare bene.

Qual è il tuo laboratorio preferito?
Quest’anno mi è piaciuto molto il basket, anche se non ho laboratori preferiti.

Vorresti cambiare qualcosa di questo oratorio estivo?
No, non cambierei niente. Mi piacerebbe accogliere ancor più bambini ma gli ambienti che abbiamo non lo consentono

Intervista agli animatori

Sandra:

Da quanti anni  sei animatrice?
Da due anni

Da quando vieni in oratorio?
Da quando avevo sei anni

Ti piaceva l’orafo rio quando eri piccola?
Sì, mi piaceva tantissimo perché ballavamo molto di più e c’erano molti animatori da cui ancora oggi cerco di prendere esempio. Oggi sono diventati miei educatori ed è grazie a loro che adoro l’oratorio estivo sin da piccola.

Perché hai scelto questo laboratorio (giornalino)?
Perché mi volevo mettere in gioco in uno tra i laboratori più impegnativi (anche perché non l’avevo mai fatto da piccola!)

Hai fatto nuove amicizie grazie all’oratorio?
Sì!

Vorresti fare l’animatrice anche l’anno prossimo?
Ovviamente sì, perché ogni anno i ragazzi mi regalano tanti sorrisi e riesco a mettermi in gioco con i ragazzi ma anche con gli altri animatori

Andrea

Da quando vieni all’oratorio estivo?
Da quando la Juve ha cominciato a vincere gli scudetti (ahimé), cioè da quattro anni.

Perché hai deciso di venire in oratorio?
Perché quello di animatore è il lavoro più bello che c’è!

Quando eri piccolo andavi in oratorio? Se sì, ti piaceva? Perché?
Certo! Mi divertivo tantissimo perché c’erano tante attività organizzate e perché si faceva già a quei tempi il giornalino L’oratorio estivo è cambiato da allora? Perché? Sono cambiati i giochi ma quello che rimane è che i bambini si divertono sempre tantissimo.

Qual è il tuo laboratorio/torneo preferito?
Il mio torneo preferito è quello di pallavolo: credo che sia uno sport che tutti dovrebbero imparare e praticare. Cosa pensi del tema di quest’anno? Penso che sia molto importante. Quanto al cibo è molto importante non sprecarlo perché non tutti sono fortunati come noi.

Antonella

Quanti anni hai e da quanti fai l’animatrice?
Ho sedici anni e sono animatrice da due

Perché hai deciso di fare l’animatrice?
Perché mi piace molto stare a contatto con i bambini e mi trovo bene con gli altri animatori.

Ti piace stare in questo oratorio?
Sì, molto!

Cosa vorresti che cambiasse?
Eh, niente, è già tutto perfetto così!

Verresti anche nei prossimi anni? Perché?
Certo! Trascorrere le tre settimane di oratorio con i bambini e gli animatori mi rende molto felice!

Vittorio

Da quanto tempo fai l’animatore?
Tre anni

Cosa ti ha spinto a diventarlo?
La possibilità di giocare con i ragazzi

Cosa bisognerebbe migliorare secondo te?
L’attenzione di alcuni ragazzi durante la preghiera

C’è qualche gioco in particolare che ti piacerebbe rifare?
Dogeball, ma fatto bene

Da piccolo andavi in oratorio?
Sì!

Quando finisce l’oratorio cosa fai?
In genere sono così stanco che torno a casa… oppure mi rilasso con gli amici

FMA-giornalino-estivo-4

La vita in oratorio e i laboratori

Due volte alla settimana è tempo di laboratori! I colori delle nostre magliette si mescolano allegramente mentre si impara a ballare o ad infilare perline; a colorare le magliette o a costruire variopinti cordini; a svolgere le varie attività sportive e manuali o ad elaborare il giornalino. Quello dei laboratori è un tempo prezioso per mettere alla prova le nostre abilità. Tra i partecipanti ai laboratori c’è chi è estroverso e non perde occasione per farsi sentire; c’è chi è più timido ma lavora sodo. Oggi desideriamo segnalare i piccoli disegnatori del laboratorio giornalino, che ogni volta sfidano l’allegra confusione dei compagni impegnati nei vari incarichi di redazione (scrivere ed elaborare le interviste; annotare le freddure; ideare cruciverba) e con autentico senso artistico elaborano disegni dagli oggetti vari: bambini che giocano in cortile; amici seduti a tavola; cibi prelibati; personaggi dei fumetti e autoritratti più o meno stilizzati. La dovizia di particolari dei disegni a volte è sorprendente, anche se spesso rimangono piccole opere d’arte incompiute o in bianco e nero. Gli occhi grandi e i sorrisi stampati dei personaggi di questi disegni sono il più bel ritratto del nostro oratorio: grazie piccoli artisti in erba!

 

2^ Domenica di Avvento

2^ Domenica di Avvento Vangelo di Matteo 3,1-12 Commento di suor Simona Bisin, FMA    La figura di Giovanni il Battista, che troviamo in questa seconda domenica di Avvento, ci porta già al mistero del Natale: “Il Regno dei cieli è vicino” e ci indica la conversione...

Festa di Cristo Re dell’Universo

Festa di Cristo Re dell’Universo Vangelo di Matteo 25,31-46 Commento di suor Susanna Anzini, FMA   In questa domenica, nel rito romano, si celebra la festa di Cristo Re dell’Universo, che è la festa che conclude l’anno liturgico e nella quale si pone l’attenzione...

La stanza degli abbracci

Di Paola Belletti   Perché questo tempo non è solo "il tempo del Covid" è soprattutto il presente, il solo che ci è dato a disposizione e l'unico nel quale nutrire e curare le relazioni con le persone che amiamo. In una RSA a Castelfranco Veneto hanno realizzato...

Nella fine è l’inizio

Di suor Cristina Merli, FMA   L’irrompere e il perdurare della pandemia nel mondo è un microscopio per leggere il nostro tempo e un telescopio per guardare più lontano. Il Covid-19 è una catastrofe che ha rovesciato tutti gli aspetti della nostra esistenza: dopo...

Nessuna parola

Di Riccardo Deponti   Sono le 03,50. Sono ancora sveglio nel mio letto, con gli occhi chiusi. Ma non riesco ad addormentarmi... parole, frasi, discorsi mi riempiono la testa... Provo a svuotarla... ma nulla. Accendo il cellulare, e provo a mettere un po' di...

Collegi Universitari, accoglienza e formazione

Di suor Silvana Mascotto, FMA   Il trafiletto ‘Il valore dei Collegi universitari di merito’ comparso su Avvenire del 16 ottobre dentro un’ampia pagina che considerava la sfida di Papa Francesco con un ‘patto educativo globale’, ha permesso di rilevare due dati...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi