Primo bilancio

A scuola è tempo di un primo bilancio sia per chi, concluso il trimestre a dicembre, si trova nel pieno delle nuove verifiche per superare le difficoltà o per migliorare ulteriormente, sia per chi attende o ha già ricevuto i risultati di fine quadrimestre.

Così è tempo di ricominciare a studiare intensamente, in ogni modo ed in ogni caso, soprattutto per coloro che si trovano a dover recuperare una o più insufficienze.

Come fare? Qualche consiglio sarà utile:

  1. Prendi coscienza dei tuoi limiti e non dare la colpa ai prof.; prendertela con gli altri, ti fa stare bene sul momento ma non saranno gli altri a risolvere il problema al posto tuo.
  2. I prof. non ti sono ostili, non godono dei tuoi insuccessi e non amano (nella maggior parte dei casi) mettere le insufficienze, poiché sanno che in fondo anche per loro è un piccola sconfitta.
  3. Non alzare un muro con i tuoi prof., anzi chiedi loro aiuto su come affrontare la materia; così ti vedranno interessato e tu saprai direttamente da loro la strategia per superare l’ostacolo.
  4. Ottimi alleati sono i compagni: unisciti a quelli bravi, studiali per capire i loro segreti, organizzati con qualcuno di loro per uno studio condiviso, ma non cercarli solo perché hai bisogno, sarebbe peggio di un’insufficienza!
  5. Preparati un piano di studio di recupero, se necessario con un calendario davanti e una buona penna: valorizza i giorni liberi, le ore senza impegni, sacrifica qualcosa che ti piace, ma non togliere del tutto lo spazio per il relax, gli amici, lo sport, il tempo libero.
  6. Segui i corsi o altre forme di recupero proposte dalla scuola, non li snobbare; essere sempre presente, partecipare, intervenire, fanno vedere che tu ci tieni ad ottenere la sufficienza ed anche di più.
  7. Realizza degli schemi, elabora sintesi, produci riassunti, ma fallo tu, poiché copiare o scaricare di qua o di là non aiuta ad imparare davvero.
  8. Mentre recuperi, tieni d’occhio costantemente il programma che avanza per evitare di restare ulteriormente indietro.
  9. Non rimandare lo studio, non aspettare un momento migliore per dedicarti ai libri, non credere che basterà qualche nottata o sveglia all’alba; ognuno di questi casi sarà sempre troppo tardi!
  10. Studia con un orologio davanti, fissando un tempo di inizio, uno di pausa, uno di fine; se necessario punta una sveglia che ti ricordi di fermarti quindici minuti e poi rimetterti a lavoro. Se tieni il ritmo, starai meglio psicologicamente e ti convincerai che ce la puoi fare pur dinanzi ad un mucchio di pagine.
  11. Di solito mi fermerei a dieci consigli, questo non dovrebbe neanche essere scritto, tuttavia per sicurezza “spegni lo smartphone”!

Marco Pappalardo

4^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni

20 settembre 2020 – Anno A VANGELO di Giovanni 6, 24-35 Commento di suor Chiara Papaleo, FMA   Il clima di questa pagina di Vangelo sembra quasi fare da eco a quella della Samaritana, con la differenza che al capitolo IV era messa a tema l’acqua e la sete insita...

25^ Domenica del Tempo Ordinario

20 settembre 2020 – Anno A Vangelo di Matteo, 20, 1-16 Commento di suor Susanna Anzini, FMA   Questa domenica, nel vangelo, Gesù ci racconta una parabola che ad una prima lettura ci può sembrare un po’ strana, ma che ci aiuta ad uscire dalla nostra logica ed...

Riparte la scuola… e anche il doposcuola

A marzo improvvisamente il doposcuola a Gallarate che abbiamo gestito per tre anni ha improvvisamente chiuso. Se nel nostro spazio di intervento individuale a “Parole Insieme”, abbiamo trovato una mediazione, grazie ai canali digitali, lo spazio quotidiano che avevamo...

Rimettiamo la relazione al centro

A ragionare sulle responsabilità degli adulti (genitori, insegnanti, istituzioni, scuola, associazioni) sono stati chiamati Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, Chiara Giaccardi, professoressa di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università...

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi