Scuola Formazione Animatori

La SFA è una proposta formativa che offre a 400 giovani un cammino di Vita Cristiana nello stile tipicamente salesiano.

Si tratta di una proposta formativa che negli anni ha raggiunto un numero sempre maggiore di giovani.

La testimonianza di Beba

Ho partecipato al corso della Scuola Formazione Animatori (SFA) organizzato in vari weekend da ottobre a novembre 2015.

Lo so che lo dico ogni volta, ma questi weekend sono stati davvero speciali. Sia perché rivedere volti amici, dopo un lungo periodo estivo trascorso lontano da loro, è stato emozionante ed energizzante, sia perché da quest’anno sono diventata una formatrice e vivere la SFA “dall’altro lato” è tutta un’altra cosa!

È bello crescere e rendersi conto che il percorso fatto negli anni precedenti sta portando i suoi frutti. Uno dei momenti, da me come da tutti, tanto attesi è quello della serata di animazione: un tempo ricco di sorrisi, selfie, battute, divertimenti, balli, giochi e collaborazione, ossia tutto ciò che rappresenta al meglio lo stile salesiano. È stato per me un onore poter animare la serata del primo weekend. Gli scorsi anni c’erano personaggi di una certa importanza ad animarci, come ad esempio il grande Gigi Cotichella e quest’anno.. Beh quest’anno c’ero io! Non è stato facile organizzare il tutto, perché i numeri erano elevati: dovevamo preparare una serata per più di 400 ragazzi! Questi sono momenti di vita che ti restano dentro e per i quali vorresti che il tempo si fermasse, almeno un po’.

Se il primo weekend ero emozionata per l’arduo compito di dover fare da guida durante la serata, il secondo ero altrettanto emozionata perché avrei finalmente tenuto il mio primo laboratorio. Una volta iniziata la SFA non vedevo l’ora di concluderla per poter insegnare ad altri giovani quanto appreso nei 4 anni precedenti e finalmente è arrivato anche il mio momento! È bello poter vedere entrambi i lati di questa magnifica es unica Scuola di Vita!

Quando intraprendi il cammino del primo anno, e magari non lo hai scelto del tutto spontaneamente, ma ti ci hanno convinto a compierlo, può succedere di sentirti un po’ fuori posto e magari lasci che le esperienze ti scivolino accanto, senza farle tue. Ecco, per me non è mai stato così. Dal primo istante della mia esperienza, mi sono sentita al posto giusto. E’ proprio vero: una volta che entri in questo meraviglioso ambiente, a tutto puoi pensare, ma non certo ad uscirne, perché sei arrivata al capolinea.

La cosa che mi rincuora, e mi carica, è avere la certezza che la SFA non ha mai una fine: essa continua a respirare e riproporsi, ogni giorno, nella realtà quotidiana di ciascuno di noi che sarà costantemente in grado di trasmettere, con entusiasmo, i valori appresi all’interno della più grande, gioiosa, intensa e arricchente Scuola di Vita che io abbia mai conosciuto.

Beba

5^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni

5^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni il precursore – Anno A 27 settembre 2020 Vangelo di Matteo 22, 34-40 Commento di suor Daniela Tognoni, FMA   L’imperativo dell’amore percorre come un filo rosso le letture di questa V domenica dopo il Martirio di S....

26^ Domenica del Tempo Ordinario

26^ Domenica del tempo ordinario - Anno A 27 settembre 2020 Vangelo di Matteo 21, 28-31 Commento di suor Rita Fallea, FMA   Un uomo aveva due figli… Sono due i modi in cui possiamo rispondere a Dio: con il sì, oppure con il no. La parabola che abbiamo ascoltato...

La terra va contemplata e protetta

Francesco prosegue il ciclo di catechesi nel periodo di pandemia riaffermando che “chi vive per sfruttare la natura, finisce per sfruttare la gente”, mentre compito di tutti è custodire il creato “per dare un futuro alle nuove generazioni” Di Adriana Masotti  ...

Le FMA vicine al popolo libanese

Le FMA e le Comunità Educanti dell’Ispettoria del Medio Oriente (MOR) sono vicine alla popolazione libanese colpita dalle esplosioni al porto di Beirut.   (Libano). Il 4 agosto 2020 la zona portuale di Beirut è stata colpita da più esplosioni che hanno distrutto...

C’è un filo sottile che ci salva nel marasma

Di Gianfranco Lauretano Siamo ripartiti. Mancano tante cose, ma il virus non ha spezzato quel filo sottile e indistruttibile dell’amore alla scuola e ai nostri alunni e colleghi.   Il primo giorno di scuola, lo sappiamo tutti, è un classico della letteratura e...

La bellezza che ci appartiene

“Io credo che la grammatica di una vita spirituale viva consista nell’imparare l’attenzione”. La bellezza del creato esiste nel momento in cui sappiamo guardarla con occhi attenti, curiosi, vivi: è il cuore del messaggio che ci affida il cardinale portoghese, grande...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi