The Floating Piers

da | 5 Lug 2016 | Educatori e docenti

Diamo inizio a una nuova rubrica, La bellezza salverà il mondo che, attraverso racconti di esperienze di arte “toccata con mano” ci aiuteranno a cogliere il Bello, il Buono e il Vero di cui sono tappezzate le trame del nostro quotidiano.
sr Elisa

FMA-floatingpiers

The Floating Piers

Si fa presto a dire #operad’arte, ma chi ci pensa a cosa serva l’arte, a come si realizza, a cosa mette in moto nel cuore e nella testa dell’artista e dello spettatore, al gallerista che dovrà valorizzarla, al museo che dovrà accoglierla, all’editore che la dovrà inserire e commentare nel volume più fedelmente possibile…?

Noi a vedere questo grande intervento di land art e contemporaneamente performance artistica, ci siamo andati con amici e famiglia, e posso dire con semplicità che abbiamo toccato con mano (anche il piccolino di due anni) che l’arte viene dall’uomo e torna all’uomo, non è elemento di archivistica o di biblioteca dimenticata, non è una speculazione, è vita.

E lo possiamo dire perché ci ha toccato e coinvolto fortemente la vita per un giorno, e ci ha cambiato la “domenica qualunque” tutto sommato senza grandissimi effetti speciali.

Ha catturato la nostra curiosità: camminare sulle acque e farci camminare altri e, diciamolo, il nome dell’autore abbinato all’opera ha un suo perché non trascurabile. Ci ha preso il pensiero già da giorni come una sorta di pellegrinaggio, ci siamo dovuti organizzare bene per affrontarla e viverla al meglio, e l’autore ha fatto lo stesso per permetterci di effettuare questa esperienza. Ci ha colpito la praticità non scontata dei “galleristi” ovvero gli organizzatori di un’opera en plein air, la cortesia degli assistenti e dei custodi della sicurezza, l’attesa e lo stupore di chi fruiva quest’opera accanto a noi nella fiumana di gente. Christo ha pagato di persona il biglietto, gli abitanti della location-museo hanno saputo accogliere e dirigere e appassionare anche sotto il sole cocente migliaia di visitatori.

Noi abbiamo camminato a piedi nudi, toccato, calpestato, corso, saltellato e ho persino fatto una capriola sulla passerella dorata dal sole, l’abbiamo vissuta, sentita. Montisola è stata la meta, il fondale del film, il profumo della terra e la frescura dei cunicoli che ci ha permesso di spezzare il percorso; un percorso che mostra che l’arte non è roba di nicchia: persino mia figlia di 5 anni ha percorso tutto a piedi da sola, perché l’arte, se è fatta bene, resa fruibile per tutti e creata con buone intenzioni, dà adrenalina ed emozione. È stato come assistere ad un miracolo davvero, il miracolo dell’arte che nasce dalla collaborazione di chi giorno e notte ha lavorato a pulizia, assistenza e manutenzione, il miracolo del bello che attrae tanta gente se è ben pubblicizzato e ben offerto, il miracolo dell’esperienza che tocca dal più piccolo in passeggino, all’adulto che ha fatto 3-4 ore di coda senza troppe lamentele, all’anziano dalle gambe stanche che ha percorso solo una parte di passerella e solo nelle ore meno calde. Per me, se un artista tocca così tante vite così in profondità e così in concreto anche per poco tempo beh… ha creato qualcosa che vale molto. Quando i miei figli mi chiederanno cos’è arte, saprò fargli un esempio che hanno vissuto sulla loro pelle. Senza dar troppo peso ad alcune polemiche, forse anche in parte giuste e fondate, ma tutto sommato si tratta solo di un pavimento galleggiante messo lì per un po’; chi non ha niente a che spartire con il senso del ruvido, del frusciante, del colore, del vuoto di vento, del rovente, del cielo, delle onde, del viottolo, delle reti, delle chiacchiere, del percorso, dello stare insieme, quest’opera d’arte non l’ha capita o apprezzata.

Simona-Carli

Siete avvisati #astenersiperditempo
Simona Carli

Grazie, a nome di don Bosco, ai nostri benefattori

di don Angel Fernandez Artime   Anche oggi si rinnova in me la convinzione che in ogni momento lo Spirito di Dio suscita milioni e milioni di persone con un cuore deciso a rendere questo mondo sempre più umano. Per questo voglio ringraziare, a nome di don Bosco,...

Non solo studio

di Daniele Somenzi   Incontro Edoardo, studente universitario, per un colloquio di conoscenza e mi colpisce per una frase che qui parafraso “Se la scuola è il contesto unico su cui vieni valutato come persona e in quel contesto fallisci, allora hai fallito in...

La stanza degli abbracci

Di Paola Belletti   Perché questo tempo non è solo "il tempo del Covid" è soprattutto il presente, il solo che ci è dato a disposizione e l'unico nel quale nutrire e curare le relazioni con le persone che amiamo. In una RSA a Castelfranco Veneto hanno realizzato...

Nella fine è l’inizio

Di suor Cristina Merli, FMA   L’irrompere e il perdurare della pandemia nel mondo è un microscopio per leggere il nostro tempo e un telescopio per guardare più lontano. Il Covid-19 è una catastrofe che ha rovesciato tutti gli aspetti della nostra esistenza: dopo...

Nessuna parola

Di Riccardo Deponti   Sono le 03,50. Sono ancora sveglio nel mio letto, con gli occhi chiusi. Ma non riesco ad addormentarmi... parole, frasi, discorsi mi riempiono la testa... Provo a svuotarla... ma nulla. Accendo il cellulare, e provo a mettere un po' di...

Collegi Universitari, accoglienza e formazione

Di suor Silvana Mascotto, FMA   Il trafiletto ‘Il valore dei Collegi universitari di merito’ comparso su Avvenire del 16 ottobre dentro un’ampia pagina che considerava la sfida di Papa Francesco con un ‘patto educativo globale’, ha permesso di rilevare due dati...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi