Vita a scuola

C’è chi crede che la scuola debba essere un luogo asettico e in cui mettere da parte i sentimenti, e spesso è convinzione di alcuni che vi lavorano.

Non solo; nelle ultime settimane “dall’alto” arrivano proposte, tra l’ufficiale e l’ufficioso, che variano dal taglio degli anni per le secondarie all’aumento dell’età dell’obbligo, dall’Erasmus per tutti ai vaccini obbligatori, dal bonus per i docenti allo scovare gli imboscati. Insomma, nulla che abbia a che fare con il fatto che studenti, docenti, dirigenti, personale Ata, genitori sono persone con storie originali, vicende belle e dolorose da portare, sogni e progetti da realizzare, preoccupazioni e speranze per il presente ed il futuro.

Eppure, in queste ore basterebbe che “dall’alto” si visitassero le scuole come dei “boss in incognito”, senza pompa magna, per rendersi conto di ciò che significano davvero i primi giorni di un nuovo anno scolastico e quanto la vita vera, carne e sangue, lacrime e sorrisi, baci ed abbracci, c’entri pienamente con l’istituzione e non possa essere separata. Non è una visione romantica e allegra questa, né un modo per annacquare lo studio, l’impegno, la didattica, bensì è una lettura della realtà che punta sull’umanità di ciascuno, sul desiderio di conoscenza, sulla costruzione di una sana relazione educativa, amicale e professionale.

“Non si conosce se non ciò che si ama”! 

Vale per le amicizie e gli amori, vale nell’arte di imparare: più amiamo qualcosa, più la conosciamo, così come più conosciamo qualcosa, più l’amiamo.

Molti studenti non s’impegnano a studiare scolasticamente la lingua inglese, tuttavia la parlano e la capiscono grazie alla musica che ascoltano e amano; altri studenti non comprendono la matematica finché non trovano un docente tanto appassionato della materia da fargliela piacere ed imparare; diversi studenti superano le difficoltà nello studio non solo applicandosi di più, dedicando più tempo, facendo ore ed ore di lezioni private, ma perché hanno trovato un motivo più grande per cui studiare o un compagno stimolante o un insegnante che li ha valorizzati.

Questa prospettiva non offende, né mette in secondo piano le discipline ed i loro contenuti, anzi si fonda proprio sul fatto che essi sono frutto della fatica e della dedizione di donne e uomini di ogni latitudine e longitudine, che hanno camminato su questa Terra, lottato per essa e persino dato la vita in tanti casi, hanno versato lacrime e sudore sui libri, nei laboratori, nelle biblioteche, sul campo, per lasciare un segno visibile e duraturo ai posteri; donne e uomini, non automi o robot, con una vita, una famiglia, delle amicizie, degli amori, forti e fragili, consapevoli e dubbiosi, poveri e ricchi, schiavi e liberi, credenti e non credenti; donne e uomini, come lo siamo noi adesso, a cui viene affidata un’eredità preziosa da studiare, insegnare, imparare, il cui valore non sta in un burocratico e legalista testamento da aprire, ma nella passione con cui essa è stata costruita e consegnata.

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Educarsi ed Educare al web

È uscito a fine agosto in tutte le librerie (anche on line) il libro Educarsi ed Educare al web. 30+1 riflessioni, consigli e idee per tutti, scritto da Marco Pappalardo e Alfredo Petralia, e edito dalle Edizioni San Paolo.   Un volumetto originale nel contenuto...

Libano. «Non basta ricostruire le case»

A un mese dall'esplosione al porto di Beirut, il futuro del Paese, già in ginocchio prima della tragedia, appare ancora incerto. La Chiesa, Avsi e altre realtà stanno aiutando il popolo libanese a ripartire. E a non abbandonare quelle terre Di Maria Acqua Simi  ...

Nel cuore del mondo – #livethedream

PROPOSTA PASTORALE 2020-2021 NEL CUORE DEL MONDO - “Ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare” #LIVEthedream   La Proposta Pastorale 2020-2021 inizia un nuovo percorso triennale dell’Italia Salesiana. Alcuni anniversari di famiglia ed eventi di Chiesa rilevanti...

Socialità e creatività nell’era digitale

Proponiamo la visione del video di un incontro svoltosi durante il Meeting di Rimini che apre importanti riflessioni sul tema del digitale. “È L’ONLIFE, BELLEZZA”. SOCIALITÀ E CREATIVITÀ NELL’ERA DIGITALE Costantino Esposito, Professore Ordinario di Storia della...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi