4 consigli per i genitori

da | 11 Ott 2016 | Genitori

4 consigli per i genitori per sopravvivere all’anno scolastico

 

Essere genitori è difficile.

Ho letto che per un genitore il nuovo anno scolastico è un momento opportuno per prendere nuove decisioni, per affrontare quegli obiettivi, a volte irrealistici, che ci imponiamo. Mi è piaciuta l’idea, perché la preparazione necessaria all’inizio di un nuovo anno scolastico porta di per sé i genitori a riflettere.

Come posso aiutare i miei figli a riuscire bene?
Cosa dovrei aiutarli a evitare?

Come genitore ansioso, tuttavia, a volte l’esame di coscienza va fuori controllo, e allora ecco quattro risoluzioni per salvare la propria sanità mentale che implemento quando permetto alle mie preoccupazioni sulla vita educativa dei miei figli di prendere il sopravvento su di me.

1. Siate in pace con le decisioni che avete preso.

Siamo solo a settembre. Non valutate qualsiasi decisione educativa che avete preso per i vostri figli – indipendentemente dal fatto che si tratti di istruzione privata, pubblica o domestica. Dio potrebbe chiamare la vostra famiglia ad abbandonare il metodo educativo che avete adottato, ma forse non è bene rimuginare su questa decisione nella prima settimana di scuola, o anche nel primo mese.

Penso spesso a cambiare il nostro modello educativo, soprattutto quando devo affrontare una giornata impegnativa, ma non spreco troppo tempo a valutare quella decisione sul momento perché il mio compito attuale è chiaro. Ci saranno sicuramente ulteriori considerazioni, ma solo in momenti stabiliti in cui sarò capace di pensare chiaramente ai pro e ai contro. Fino a quel momento, cercherò di tener fede al metodo educativo che ho scelto.

Vostro figlio non ama la sua insegnante nelle prime settimane? O forse il bambino che gli siede accanto è uno stupido?

Va bene, aspettate un attimo. Queste situazioni nuove potrebbero risolversi da sé, e vostro figlio potrebbe finire per amare la sua nuova condizione scolastica.

2. Decidete di lavorare insieme a insegnanti e allenatori, non contro di loro.

Quando mia figlia torna a casa piangendo per un incidente in classe, mi viene la tentazione di correre dall’autorità preposta alla sua cura, ma è davvero il caso di farlo?

Ho scoperto che quando si collabora con insegnanti e allenatori aiuta porre delle domande per promuovere il dialogo. È altrettanto importante ascoltare il punto di vista dell’insegnante anziché limitarmi a condividere il mio. Devo anche ricordare a me stessa – continuamente, se è necessario – che le persone che istruiscono i miei figli desiderano che riescano bene. Il modo in cui li guidano potrebbe essere diverso dal mio, ma l’adulto a cui è affidato questo compito in genere ha buone intenzioni.

3. Incoraggiare i rapporti, non la divisione.

Qualche anno fa mia figlia, che andava alle elementari, espresse la sua insoddisfazione nei confronti delle amicizie femminili nella sua classe. Parlai con qualche mamma dei suoi compagni e capii che tutte le bambine provavano lo stesso – si sentivano escluse dal gruppo e non volute.

Organizzai allora una festa per decorare dei dolcetti e invitai tutte le bambine. Trascorsero il pomeriggio a spargere decorazioni sui dolci e sul pavimento. Dopo quell’incontro, mia figlia non si lamentò più per tutto il resto dell’anno. A volte offrire opportunità al di fuori dell’orario scolastico perché i bambini stiano insieme allevia le divisioni.

4. Affidate i vostri figli e le vostre decisioni scolastiche per loro alla Vergine Maria.

La Madonna è una madre molto migliore di me. È più paziente, più amorevole e più gentile, e sa anche quanto amo i miei figli. Quando inizio a preoccuparmi per i miei bambini mi rivolgo a Maria. Lei ci è passata.

Colleen Duggan, moglie e madre di sei bambini, è una scrittrice freelance per varie pubblicazioni cattoliche online.

Fonte: Aleteia

Scuola, non chiudete le superiori

Di Alberto Pellai Lo psicologo Alberto Pellai nel suo profilo Facebook interviene sull'ipotesi di utilizzare la Dad per gli studenti più grandi (una riflessione che raccoglie quasi 1500 condivisioni in 4 ore). «Come genitore credo davvero che i nostri ragazzi possono...

Dedicazione del Duomo di Milano

Dedicazione del Duomo di Milano, Chiesa madre di tutti i fedeli ambrosiani Vangelo di Matteo 21,10-17 Commento di suor Antonia Franzini, FMA   Prima di condividere con voi alcune brevi riflessioni attorno al Vangelo di oggi, permettetemi di dare qualche...

31^ Domenica del Tempo Ordinario

31^ Domenica del Tempo Ordinario – Anno A Vangelo di Matteo 22,15-21 Commento di suor Laura Agostani, FMA   Troppo ostiche queste parole di Gesù! Ci ha lasciato domenica scorsa con un invito a nozze poco corrisposto, col monito dei molti chiamati e dei pochi...

Solo un Padre può guarire noi e la realtà

di Federico Pichetto Il 4 ottobre è stata pubblicata la nuova enciclica di papa Francesco, dal titolo “Fratelli tutti”. Tre considerazioni utili per addentrarsi nella sua lettura. FRATELLI TUTTI, ENCICLICA DI PAPA FRANCESCO. Sarà la storia a dirci se l’enciclica...

Noi adulti dobbiamo dare coraggio ai giovani

di Andrea Lonardo   Sono anni che parliamo degli adulti: ebbene sono loro che debbono oggi accompagnare le giovani generazioni ad attraversare il Covid. Cioè siamo noi! Oggi gli adulti debbono prendere in mano la situazione, in famiglia e nella scuola, nel lavoro...

La Chiesa del Myanmar e la pandemia

di Card. Charles Bo Per l’arcivescovo di Yangon, la crisi sanitaria è una sfida per l’umanità. L’emergenza coronavirus si aggrava nel Paese. Il sistema sanitario nazionale è in grave difficoltà. La comunità cattolica assiste i bisognosi con programmi di aiuto...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi