Cartoni e musica di fede

da | 6 Mar 2017 | Genitori

Quando i cartoni hanno musica di fede

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Da piccoli ne abbiamo visti di cartoni animati. Ricordo che ogni tanto uscivano cartoni che riprendevano la vita di personaggi biblici come nel caso di Mosè (Il Principe d’Egitto, 1998) e di Giuseppe (Giuseppe il re dei sogni, 2000) prodotti da DreamWorks Animation. E la particolarità di questi cartoni era la presenza di molte canzoni. Quante volte le abbiamo ascoltate e cantate. Poi capita che da grandi, per volere o per casualità, che ci tornano all’orecchio. E allora qualcosa cambia.

Quella musica, quelle parole che da piccoli magari non capivamo neanche, ma era bello cantarle, hanno un significato. Alcune di loro sono vere e proprie preghiere.

Ce ne sono diverse che possono tornare alla memoria, ma una mi ha colpito in particolare. Forse perchè all’orecchio di un giovane la si sente più vicina, forse perchè riesce a trasformare i pensieri che un giovane ha dentro…
Una canzone che racconta il percorso che una persona come me, come te può fare. Una strada che puà essere impervia, ma che che è da percorrere per arrivare alla fine a che capire che c’è Qualcuno che “vede più lontano di me” e che “sa la via”.

Forse bisogna solo affidarsi… Buon ascolto…

 

Tu vedi più lontano di me canzone originale: You Konw better than I”,
scritta e composta da John Bucchino
cantante originale: David Richard Cambell
cantante italiano: Roberto Stafoggia

P.s. Il testo della canzone non è la traduzione coerente del testo originale, ma si tratta del testo della canzone nel cartone in italiano

Avevo agito bene
avevo le risposte
la strada era quella giusta
ma mi ha portato qua
conosci le mie pene
per questo chiedo aiuto
adesso che ho rinunciato
io so la verità

Tu vedi piu’ lontano di me
Tu sai la via
non voglio sapere perche’
Tu vedi piu’ lontano di me

Se questo e’ un saggio
non ne vedo la ragione
c’ho messo tutta l’intenzione
ma forse no , non basta
non voglio fare peggio
la fede sai mi aiuta
ripongo in te la mia fiducia
è tutto ciò che resta
ma Tu vedi piu’ lontano di me
Tu sai la via
non voglio sapere perche’
Tu vedi piu’ lontano di me

Credevo che una nuvola fosse il cielo
ho visto un uccello volare
e l’ho seguito
credevo di poter spiccare il volo
ma Tu puoi plasmarmi
devi insegnarmi

Tu vedi piu’ lontano di me
Tu sai la via
non voglio sapere il perche’
ti ascoltero’,
io credo in Te ….

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

5^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni

5^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni il precursore – Anno A 27 settembre 2020 Vangelo di Matteo 22, 34-40 Commento di suor Daniela Tognoni, FMA   L’imperativo dell’amore percorre come un filo rosso le letture di questa V domenica dopo il Martirio di S....

26^ Domenica del Tempo Ordinario

26^ Domenica del tempo ordinario - Anno A 27 settembre 2020 Vangelo di Matteo 21, 28-31 Commento di suor Rita Fallea, FMA   Un uomo aveva due figli… Sono due i modi in cui possiamo rispondere a Dio: con il sì, oppure con il no. La parabola che abbiamo ascoltato...

La terra va contemplata e protetta

Francesco prosegue il ciclo di catechesi nel periodo di pandemia riaffermando che “chi vive per sfruttare la natura, finisce per sfruttare la gente”, mentre compito di tutti è custodire il creato “per dare un futuro alle nuove generazioni” Di Adriana Masotti  ...

Le FMA vicine al popolo libanese

Le FMA e le Comunità Educanti dell’Ispettoria del Medio Oriente (MOR) sono vicine alla popolazione libanese colpita dalle esplosioni al porto di Beirut.   (Libano). Il 4 agosto 2020 la zona portuale di Beirut è stata colpita da più esplosioni che hanno distrutto...

C’è un filo sottile che ci salva nel marasma

Di Gianfranco Lauretano Siamo ripartiti. Mancano tante cose, ma il virus non ha spezzato quel filo sottile e indistruttibile dell’amore alla scuola e ai nostri alunni e colleghi.   Il primo giorno di scuola, lo sappiamo tutti, è un classico della letteratura e...

La bellezza che ci appartiene

“Io credo che la grammatica di una vita spirituale viva consista nell’imparare l’attenzione”. La bellezza del creato esiste nel momento in cui sappiamo guardarla con occhi attenti, curiosi, vivi: è il cuore del messaggio che ci affida il cardinale portoghese, grande...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi