Genitori “spalaneve”

da | 24 Feb 2015 | Genitori

Non pensavo mai che l’avrei detto, ma io ringrazio i professori del liceo classico di avermi bocciato, perché queste difficoltà mi hanno insegnato che si può sopportare anche una brutta sconfitta

Seguo su fb “corriere.it” e l’altra sera leggo questo articolo intitolato così: i genitori «spazzaneve», spianano la strada ai figli ma li danneggiano; l’allarme di una preside inglese contro la tendenza a «spianare la strada ai figli».

Questa docente inglese racconta al Times che ogni giorno si imbatte in madri e padri vittime di «ansia frenetica che fa loro rifiutare l’idea che i propri pargoli possano arrivare secondi». Il che si traduce in «bambini iperprotetti e incapaci di affrontare un fallimento». Questo articolo mi ha fatto riflettere molto perché penso che questo rischio non sia solo londinese o inglese ma del tutto nostro mondo occidentale.

Preparare i figli ad affrontare le difficoltà è un passo fondamentale nell’educazione

Temiamo di lasciare che i nostri figli, qualsiasi età abbiano, affrontino le diverse fatiche e difficoltà che incontrano sulla loro strada.  Preparare i figli ad affrontare le difficoltà è un passo fondamentale nell’educazione che decidiamo di dare. Nella comunicazione che abbiamo con i bambini o i ragazzi dobbiamo sempre stare attenti a quale messaggio passiamo realmente loro. Infatti in ogni comunicazione c’è una parte esplicita, che è quello che diciamo in termini proprio di “parole” e una parte implicita “quello che percepiamo nel profondo”.
Quando risolviamo i problemi ai nostri figli, quando andiamo a lamentarci a scuola per le note che la maestra ha dato, quando (cosa che mi fa rabbrividire) in cortile all’uscita di scuola rimproveriamo il bambino che stuzzica sempre la nostra “principessina intoccabile”, quando parcheggiamo nella portineria della scuola bloccando senza scrupolo tutto il traffico… esplicitamente diciamo: ”tesoro vedi che la mamma risolve tutto, tu non ti devi preoccupare di niente” ma implicitamente è come se suggerissimo in maniera indiretta e subdola che nel tempo poi va a stratificarsi nella personalità: “Tesoro lascia fare alla mamma perché tu non ne sei in grado!”.

Io non sono capace

E cosi’ di incertezza in insicurezza i ragazzi crescono pretendendo sempre di più che gli adulti risolvano i loro problemi ed esaudiscano ogni loro desiderio. Non sentono di avere capacità per risolvere nessun problema che la vita possa presentare e così poi il loro pensiero implicito poggerà su quella personalità fragile di cui prima parlavamo con un’unico mantra negativo “Io non sono capace”.

Le difficoltà mi hanno insegnato che si può sopportare anche una brutta sconfitta

Non pensavo mai che l’avrei detto ma io ringrazio i professori del liceo classico di avermi bocciato, alcuni capi scout da cui sono stata rimproverata per il mio lavoro non ben riuscito, alcuni compagni poco simpatici che mi hanno sempre preso in giro per il mio peso perché queste difficoltà mi hanno insegnato che si può sopportare anche una brutta sconfitta. I miei avrebbero potuto evitarmi tante di queste situazioni ma non l’hanno fatto; mi hanno sostenuta e mi hanno consigliata su come “sistemare” alcuni piccoli fallimenti e così ho imparato, ho conosciuto le mie qualità, ho riscoperto la voglia di rialzarsi e riprovarci e non fermarmi a giudizi superficiali e poco professionali.

Non evitiamo le cadute ai nostri figli altrimenti non sapranno come si fa a rialzarsi

Questo non significa che dobbiamo buttare i nostri figli in situazioni frustranti ma aiutarli nel momento in cui ci si trovano a dire : “questa cosa è triste e dolorosa… ma la puoi affrontare insieme troviamo una soluzione”. Non evitiamo questa caduta ai nostri figli altrimenti non sapremo essere per loro un buon modello di come si fa a rialzarsi.

Ultimo consiglio: guardate Kung fu Panda con i vostri figli e capirete esattamente di cosa parlo.

Buon lavoro
Serena

Verità e bellezza

Di Micol Forti   Vincent van Gogh ha speso la sua breve vita nella ricerca, intensa, vitale, disperata, della Verità e della Bellezza. Una Verità e una Bellezza che attraverso la pittura — il linguaggio che aveva scelto per capire e comunicare con il mondo —...

Bergamo: nasce “Generavivo”

Di Anna Spena   56 unità abitative in acquisto e locazione a canone calmierato. Un ambulatorio, orti sociali, un co-working, una living room aperta a tutti e la creazione di gruppi di acquisto solidale. "Generavivo" è il concept dell'abitare del futuro che...

Ci baciamo a settembre

Di suor Cristina Merli   Quando Marco Erba incontra i ragazzi li tiene incollati alle parole e alla vita che racconta. Oggi sono quegli stessi ragazzi che tengono incollati noi alle pagine di Ci baciamo a settembre, libro che, finalmente, dà voce al loro punto di...

La volta buona

Di Aldo Artosini   Bartolomeo è uno dei tanti procuratore di calciatori che solcano i campi sportivi. Dopo anni in cui le cose gli giravano bene, ora vive di espedienti e piccoli imbrogli. È in grande difficoltà economica; è stato lasciato dalla moglie, che gli...

Debbie Phelps: la forza di una mamma

Di Annalisa Teggi   Lo scorso 30 giugno ha compiuto 35 anni ed è il campione olimpico più vincente di sempre: 28 medaglie, di cui 23 d’oro. Ha conquistato anche il record di aver ottenuto il maggior numero di medaglie in una singola Olimpiade, e sono gli 8 ori...

Ragazzi buoni e ragazzi cattivi?

Di Emilia Guarnieri   Forse non ce lo aspettavamo, perché per un paio di mesi non li avevamo sentiti, o meglio, ognuno aveva sentito quelli che gli erano più vicini. Gli insegnanti avevano provato a sentirli tutti, tutti quelli delle loro classi. Non ci...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi