Carissimi Maturandi

da | 21 Giu 2016 | Giovani

 Carissimi Maturandi… Adesso tocca voi!

Non che prima non sia stato un vostro dovere mettercela tutta, ma gli esami di maturità sono la prima vera prova di studio che abbiate mai affrontato e, per molti, anche di vita. Siete entrati nella scuola che eravate poco più che bambini con numerose aspettative, con la voglia di apprendere, con entusiasmo, allegria, curiosità e fiducia nel prossimo.

Già avevate in testa la domanda: “Cosa farò da grande”?

Vi ho visti piangere e tremare in questi anni, vi ho visti forti e dignitosi anche nei momenti difficili, quando la vita vera, troppe volte fuori dalla scuola e dagli esami, è entrata determinata per farvi cadere. Ora, dopo cinque anni, tocca a voi! Fermatevi un attimo sui fogli che vi saranno posti davanti, sui quesiti, sui dizionari, sui testi, sul pc, dinanzi ai volti del compagni, dei parenti, degli amici e dei prof; fermatevi e riflettete per cercare di capire chi siete adesso rispetto a quel bambino di allora che sapeva sicuramente rispondere alla domanda “cosa farò da grande”.

Avete vissuto in classe anni intensi, ma non meno è stata la vita: sogni, speranze, paure, dolori, amori, amicizie, impegno, spensieratezza, delusioni.

Forse la scuola non vi ha permesso di esprimervi liberamente quelle volte che in classe avreste voluto un confronto con i compagni e col prof; bene, ora tocca a voi esprimervi al meglio! Forse avreste voluto essere più partecipi durante le lezioni, protagonisti dell’esperienza scolastica, promotori di iniziative; bene, è il vostro momento! Forse non vi siete più mossi da casa per studiare da mesi, siete diventati insopportabili ed isterici, avete pianto per aver avuto la media più bassa del previsto, avete studiato strategie per affrontare questi momenti; bene, mettetevi in gioco seriamente e onestamente!

Tutti vi dicono che siete il futuro della società, ma forse non vi hanno educato come uomini, non vi hanno detto che siete il presente, perché senza l’oggi non c’è alcun domani.

Tocca a voi non continuare a dormire, farvi assoggettare, ad aprire gli occhi ed a farli aprire ai vostri coetanei. Tocca a voi dire agli adulti che si può vivere in modo diverso e nuovo, che potete impegnarvi in questi giorni con diligenza e senza imbrogli, che siete appassionati dello studio così come della vita, che avete bisogno anche di loro, soprattutto quando desiderano il vostro bene e sanno dimostrarvelo. Non perdete di vista i libri, ma non perdete di vista soprattutto i vostri affetti. Non abbandonate la concentrazione, ma non dimenticate che avete accanto voi compagni che potrebbero aver bisogno di una pacca sulla spalla. Auguri, Carissimi Maturandi: la vostra vita vale più del numero alto o basso che avrete come voto finale, auguri perché forse soffrirete in queste ore, auguri perché “il ferro si tempra col fuoco”. Siate il ferro e non abbiate paura, perché è il vostro tempo, il vostro esame, la vostra vita. Tocca a voi e siate felici!

Marco Pappalardo: vinonuovo.it

4^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni

20 settembre 2020 – Anno A VANGELO di Giovanni 6, 24-35 Commento di suor Chiara Papaleo, FMA   Il clima di questa pagina di Vangelo sembra quasi fare da eco a quella della Samaritana, con la differenza che al capitolo IV era messa a tema l’acqua e la sete insita...

25^ Domenica del Tempo Ordinario

20 settembre 2020 – Anno A Vangelo di Matteo, 20, 1-16 Commento di suor Susanna Anzini, FMA   Questa domenica, nel vangelo, Gesù ci racconta una parabola che ad una prima lettura ci può sembrare un po’ strana, ma che ci aiuta ad uscire dalla nostra logica ed...

Riparte la scuola… e anche il doposcuola

A marzo improvvisamente il doposcuola a Gallarate che abbiamo gestito per tre anni ha improvvisamente chiuso. Se nel nostro spazio di intervento individuale a “Parole Insieme”, abbiamo trovato una mediazione, grazie ai canali digitali, lo spazio quotidiano che avevamo...

Rimettiamo la relazione al centro

A ragionare sulle responsabilità degli adulti (genitori, insegnanti, istituzioni, scuola, associazioni) sono stati chiamati Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, Chiara Giaccardi, professoressa di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università...

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi