Da giovane a mamma

da | 31 Ott 2017 | Giovani

Cara giovane mamma…

ti ho vista in oratorio, e sono davvero rimasto colpito da quante belle iniziative e attenzioni hai per noi giovani animatori. Tu, da brava mamma, dai proprio tutta te stessa…
Tu trasmetti bellezza, perché sei grande!

Come trovi tutta questa forza? Come riesci a conciliare famiglia, lavoro, oratorio, ecc..? Non corri il rischio di dedicarti troppo ad una cosa piuttosto che ad un’altra?  Non sbagli mai? Come vivi la fede con tutto quello che fai? I tuoi sogni da ragazza, si sono realizzati? Rifaresti tutto ciò che hai fatto, oppure no?

Caro giovane,

ti ho visto in oratorio e sono colpita perché tante mie colleghe mamme non vedranno mai come tu e i tuoi amici siete distanti anni luce dagli stereotipi che i telegiornali vi appioppano. Tu, da giovane quale sei, dai tutto ciò che puoi e che hai nelle attività che progettiamo e svolgiamo insieme. Tu trasmetti speranza, perché chi ti conosce sa che quando ti spendi per gli altri sei molto più simile ad un cavaliere lucente che ad un goffo mezzoadolescenteemezzoadulto, come tanti invece tendono a disegnarti.

Dove trovi la forza di essere giovani in una società che non da spazio ai giovani? Semplicemente vivi! Sotto sotto lo sai che la vita è tutta un dono, è tutta da inventare e da costruire e sai che in oratorio qualcuno crede in te e potrai farlo un po’ per volta. O almeno spero che tu abbia questa consapevolezza nel tuo profondo.

E come concili il volontariato, la famiglia, la scuola, gli affetti, lo sport, le passioni…sei sempre in equilibrio? Beh, spero di no, così come me puoi capire che da soli non si fa nulla nella vita, e dovrai fare comunità; come me puoi sapere che oltre allo sbaglio esiste per te il perdono; come succede per me, vedrai che alcune responsabilità non ti insegna nessuno a portarle avanti come va fatto…ti toccherà (sarà bellissimo) trovare una nuova strada, quella preparata per te solo!

E come vivi la fede in tutto questo? Ti auguro sia il fondamento, il motivo, l’origine e la fine che sceglierai per te e per chi ami. Per me è così.
I sogni sono importanti, ma nella vita ci sono le sorprese, le inattese, gli ostacoli giganteschi, e come in tutti i cammini, se tieni la meta ma non riesci a stare nella bellezza del viaggio giorno per giorno… forse stai sacrificando un po’ troppo, per realizzarli. Rifarei tante scelte che oggi mi fanno stare nel mondo con gli altri e per gli altri, cambierei ciò che è spreco, ciò che ha fatto soffrire… ma credimi, camminando al fianco di mio marito, coi miei figli, con te e con i giovani che verranno, mi convinco che costruire il bene di oggi e domani è importante.

Rimanere bloccata da tutti i miei sbagli e restare in attesa che il mondo migliore (desiderato per tutti noi) si aggiusti da sé, non fa per me.

Mai più morire soli

Di Giovanni Marcotullio Un regalo di Natale passato forse inosservato è il protocollo che un tavolo tecnico molto assortito ha proposto alla Regione Toscana: la delibera che ha fatto proprio il protocollo ha permesso l'avvio di una procedura che permette ai parenti di...

3^ Domenica dopo l’Epifania – Anno B

3^ Domenica dopo l’Epifania – Anno B 24 gennaio 2021 Vangelo di Matto 14, 13b-21 Commento di suor Daniela Tognoni, FMA   La pericope proposta nella liturgia odierna si colloca nel Vangelo di Matteo, nella sezione narrativa che separa il Discorso in Parabole dal...

3^ Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

3^ Domenica del Tempo Ordinario - Anno B 24 gennaio 2021 Vangelo di Marco 1, 14- 20 Commento di suor Rita Fallea, FMA   Le letture di questa domenica mi suggeriscono un percorso in tre passi: il cammino; la conversione; la meta.   1. Il cammino Ad un primo...

Laura Vicuña generatrice di vita

Di suor Anna Maria Dacrema, FMA     Desidero presentarvi Laura, una ragazza che sogna, gioca, ride, ama, soffre e prega. Una giovane alunna che studia, lavora, dialoga con l'amica del cuore e condivide le sue esperienze con i Salesiani e le suore della...

Custodire la fragilità

LE POCHE COSE CHE CONTANO oggi, in educazione   di Suor Cristina Merli, FMA     Nei momenti di crisi, se ci si lascia toccare da ciò che accade, si diventa più essenziali, si scopre ciò che è indispensabile e si impara a lasciar andare ciò che è...

Non di solo studio…

Di Daniele Somenzi   Come organizzare studio e vita sociale nel quotidiano dei ragazzi? E’ una domanda che ci siamo posti tante volte, perché l'organizzazione è un punto fondamentale della missione di “Parole Insieme”. Per questo lavoriamo tanto nel pensare i...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi