Intervista il fratellino down e il video diventa virale sul web

da | 14 Apr 2015 | Giovani

«Ho 18 anni, lui 12 e ogni giorno mi insegna qualcosa: senza di lui sarei uno sbruffone».

E ancora: «Con questa storia volevo anche ricordare il bello della semplicità quotidiana»

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

CASTELFRANCO Jack e John sono due fratelli speciali, e si vogliono un bene dell’anima. L’hanno capito anche le quasi seimila persone che in pochi giorni hanno guardato il loro video su Youtube, un racconto d’amore e rispetto, di generosità ed emozioni, che rivela le tante qualità, spesso nascoste, dei ragazzi con la sindrome di Down.
È un video che commuove, non può lasciare indifferenti, e spinge ad andare oltre le apparenze. Jack e John sono Giacomo e Giovanni Mazzariol, due fratelli di Castelfranco Veneto.
Il primo frequenta il liceo Giorgione e ha 18 anni; il secondo ne ha 12, fa la prima media e ha la sindrome di Down.
«Ma è lui che insegna qualcosa a me ogni giorno».

Giacomo ha avuto un’idea, qualche settimana fa, per dare un suo personale contributo alla giornata mondiale sulla sindrome di Down:
«Ho voluto mostrare quello che non si può capire di Giò se non lo si conosce davvero.
L’ho fatto per lui, si è divertito molto, ma l’ho fatto anche per me, perché mi ha cambiato profondamente».
Ha chiesto in prestito uno studio elegante in un centro commerciale, ha allestito un piccolo set, ha vestito Giovanni con la giacca e il farfallino e lo ha trasformato in attore.

Il cortometraggio, girato assieme alle sorelle Chiara e Alice, racconta un colloquio di lavoro in cui Giacomo, dietro la scrivania, chiede a Giovanni di presentarsi, quali sono le sue esperienze, le sue qualità e cosa lo rende adatto a un’assunzione.
Le risposte del bambino determinano un colloquio fallimentare, ma non corrispondono a ciò che lui pensa di sé, ai suoi ricordi e alle sue emozioni.
«È la prima volta che facciamo qualcosa insieme – spiega Giacomo -. Mio fratello mi ha insegnato l’umiltà, senza di lui sarei uno sbruffone. Mi ha insegnato la generosità, si dà senza riserve. Mi ha insegnato a vivere le relazioni con semplicità e trasparenza. E a capire quanto siamo fortunati, quanto dobbiamo amare noi stessi e la nostra vita».

Il messaggio il diciottenne vuole trasmettere è di guardare oltre ciò che appare:
«Nella società di oggi e nel mondo del lavoro è difficile farsi capire e apprezzare, da fuori gli altri vedono nei ragazzi con la sindrome di Down qualcuno che non ha successo, che non ha qualità. Invece ne hanno tantissime. Raccontando questa storia volevo anche ricordare il bello della semplicità perché spesso non ci accorgiamo che le cose più autentiche sono quelle di ogni giorno, e sono le stesse di cui ci dimentichiamo. Giò si appassiona a tutto, anche a quello che noi ormai diamo per scontato. Vive tutto con semplicità cogliendo sempre il meglio delle cose». In realtà il video non si può raccontare, è solo da vedere.

Si trova su Youtube cercando: «The simple interview», firmato Jack e John.

 

1^ Domenica dopo la Dedicazione

1^ Domenica dopo la Dedicazione – Anno A Vangelo di Luca, 24,44-49° Comento di suor Beatrice Schullern, FMA   In questa Giornata Missionaria Diocesana, la liturgia offre alla nostra meditazione le parole di Gesù agli undici riuniti nel cenacolo. Il sepolcro...

30^ Domenica del Tempo Ordinario

30^ Domenica del Tempo Ordinario – Anno A Vangelo di Matteo, 22,34-40 Commento di suor Silvia Testa, FMA   Nello studio della Legge, quindi della Torah, i rabbini avevano individuato 613 precetti, un lungo elenco di norme da rispettare. Nelle scuole teologiche...

A scuola per essere felici

L’Assemblea CIOFS/Scuola elabora un Manifesto per esprimere l’identità della Scuola Salesiana delle Figlie di Maria Ausiliatrice in Italia.   Il 10 ottobre 2020, il Direttivo Nazionale del Centro Italiano Opere Femminili Salesiane/Scuola (CIOFS/Scuola) si è radunato a...

Un Webinar sull’Enciclica “Fratelli tutti”

Il 9 ottobre 2020 si è svolto un webinar sull’Enciclica Fratelli tutti di Papa Francesco, promosso dall’Unione Superiori Maggiori d’Italia (USMI) e dalla Conferenza Italiana Superiori Maggiori (CISM).   Madre Yvonne Reungoat, Madre Generale delle Figlie di Maria...

Papa Francesco al TED

La crisi climatica globale ci richiederà di trasformare il modo in cui agiamo, afferma Sua Santità Papa Francesco. Tenendo un TED Talk dalla Città del Vaticano, propone tre linee di azione per affrontare i crescenti problemi ambientali del mondo e le disuguaglianze...

Ripartiamo dalle relazioni

Di Mauro Magatti e Chiara Giaccardi   La risposta alla pandemia del Covid-19 — una reazione pressoché mondiale, pur con qualche significativa eccezione — è stata il lockdown. Abbiamo fatto la cosa migliore? C’è chi dice sì e c’è chi dice no. Però, la domanda...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi