Dal fumetto allo schermo: cosa ne sarà dell’MCU tra qualche tempo?

L’MCU (Marvel Cinematic Universe o Universo Cinematografico Marvel) sta procedendo con passo spedito verso il più grande punto di svolta che abbia mai incontrato, ovvero la conclusione del suo primo “ciclo” di avventure con Avengers: Infinity War (al cinema nel maggio 2018). Capitoli di raccordo saranno Ant-Man & The Wasp (2018) e Captain Marvel (2019) per arrivare poi al gran finale – per ora senza titolo e culmine degli (ora di allora) 11 anni di film Marvel – Avengers 4 (2019).

Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios e “deus ex-machina” di tutto ciò che è stato visto sul grande schermo sino ad ora, ha ampiamente dichiarato che Marvel non ha intenzione di fermarsi qui. Dunque?

Quale sarà la strada da intraprendere? Ci sono contratti che finiscono, personaggi “esauriti”, personaggi da sviluppare, new-entry attesissime e nuovi potenziali volti da introdurre… ma l’ingranaggio può funzionare senza la terna Iron Man-Captain America-Thor, i contratti dei quali attori (salvo novità) giungeranno al termine con Avengers 4?

Nei fumetti altrettanta rivoluzione è stata fatta due anni fa con la “nascita” di nuovi personaggi importanti, l’anno scorso con Secret Wars e sarà fatta ancora una volta con Civil War II, annunciato (e attesissimo) sequel del Civil War del 2004 che vedrà scontrarsi ancora una volta Iron Man, questa volta contro Captain Marvel.

Posto che quest’ultima storyline sembrerebbe offrire ottimi spunti per un futuro adattamento cinematografico (Fase 5?), entrambe le rivoluzioni ci offrono spunti per nuovi personaggi da introdurre.

Abbiamo attualmente una donna (non svelerò chi per chi ancora non sapesse il suo alter-ego) nei panni di Thor, Sam Wilson (ex-Falcon) nei panni del nuovo Capitan America, lo Spider-Man di Miles Morales e Nova negli Avengers, la Ms. Marvel di Kamala Kahn con un ruolo sempre più importante, Spider-Gwen in pole position (anche nel cartone animato), Silk che potrebbe comparire già in Spiderman: Homecoming e She-Hulk (personaggio “vecchio”, ma ora più che mai rispolverato con Civil War II, appunto). E per non parlare di Riri Williams, quindicenne geniale afroamericana che prende su di sé la decennale eredità di Tony Stark e diventa la nuova Iron Man con il nome di “Ironheart”, dopo gli eventi della seconda guerra civile. Di materiale da cui attingere ce n’è a piene mani, e non è nemmeno stato tutto elencato qui.

Consideriamo che rimarranno nell’MCU anche dopo Avengers 4 personaggi quali Hulk (che assumerà importanza, rimanendo praticamente l’unico big della “vecchia guardia”), il Soldato d’Inverno, Occhio di Falco, Ant-Man, Wasp, Scarlet Witch (con un ruolo sempre più importante?), Vedova Nera (forse con un film interamente a lei dedicato?), Falcon, War Machine, i Guardiani della Galassia, le new-entry Spider-Man, Black Panther e Captain Marvel (personaggio più potente dell’intero MCU, come dichiarato recentemente da Kevin Feige stesso), Doctor Strange e – si spera forse anche nei film e non solo relegati al piccolo schermo – i Difensori (Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage e Iron Fist) con il Punitore e lo S.H.I.E.L.D. col suo Ghost Rider.

Si vociferano – insistentemente – l’ingresso nell’ensamble della famiglia reale degli Inumani e di Namor, andando così a creare la storyline degli Illuminati – come confessato da Cumberbatch (interprete di Doctor Strange) -, ovvero i sei custodi delle Gemme dell’Infinito, probabilmente in seguito agli aventi di Infinity War/ Avengers 4. I sei potrebbero essere: Iron Man, Doctor Strange, Black Panther, Freccia Nera, Namor (e fin qui rispecchiamo il fumetto), mentre il sesto elemento potrebbe essere o Visione – se sopravvivrà allo scontro con Thanos – o forse Captain Marvel. Anche se anche qui c’è da considerare la “dipartita” del buon vecchio Downey Jr. Oppure Mr. Fantastic…

…Infatti si vocifera anche un possibile accordo tra Marvel Studios e Fox, probabilmente non tanto per la cessione dei diritti degli X-Men, quanto per quelli dei Fantastici 4. Unirli ai Marvel Studios sarebbe una mossa strepitosa e finalmente godrebbero dello spazio che meritano, un po’ come è successo per Spider-Man. Il fatto è che per quanto l’universo si allarghi (e l’introduzione del concetto di “Multiverso” – ben noto agli amanti del fumetto – con Doctor Strange aiuterà non poco!), non si possono andare a perdere i tre punti cardine Iron Man-Thor-Cap.

Ossia: il pubblico di fedelissimi/nerd Marvel amerà qualsiasi tipo di sviluppo, dato che conosce lo stesso i vari personaggi e potrebbe essere interessato a vari sviluppi, ma si sentirà la mancanza dei “protagonisti”. Un Doctor Strange non potrà supplire un Thor, né Spider-Man Iron Man, né Captain Marvel il vecchio Rogers.

Per questo ritengo che la via intrapresa dai comics possa essere un ottimo spunto: passare il testimone.

Per tutti e tre il casting è stato perfetto, quindi è impensabile un recasting, ovvero mantenere il personaggio cambiando attore – specialmente per Robert Downey Jr/Tony Stark. Quindi? Uccidere Thor sarebbe una gran mossa dal punto di vista narrativo e ottimo modo di “chiudere” il contratto con Hemsworth. Al suo posto potrebbe diventare “degna” di brandire Mjiolnir una donna, come nei fumetti. Forse, cambiando alter-ego. Un nome a caso? Lady Sif. Sarebbe un turning point innegabilmente interessante.

Cap. Questo è più semplice. Nell’MCU abbiamo al momento ben tre personaggi che nei fumetti hanno assunto (chi per più, chi per meno tempo) l’identità di Captain America: Bucky Barnes (il Soldato d’Inverno), Sam Wilson (Falcon) e Jeffrey Mace (l’attuale Direttore dello S.H.I.E.L.D.). Ora, dubito seriamente che Mace possa avere anche solo una minima chance di diventare il prossimo Capitan America, mentre il candidato più probabile (già da Infinity War, forse? I registi hanno dichiarato che Evans sarà soltato Rogers e che gettare a terra lo scudo in Captain America: Civil War significasse abbandonare l’identità di Cap America…) è sicuramente Bucky. L’amico di una vita, ex-villain al soldo dell’ormai defunta (?) HYDRA, redento prendendo i dismessi panni del suo amico e “protettore”.

È una storia che ci sta e vedo probabile, per quanto io preferisca di gran lunga la versione di Sam Wilson – attuale Cap nei fumetti. Vedremo, ma qui è più semplice creare il passaggio del testimone.

Altro problema, ben più grave, è quello che riguarda Tony Stark.

Tutti hanno bisogno di uno Stark. Tuttora – nei fumetti – è ancora Tony l’alter ego di Iron Man: altri hanno vestito i suoi panni, ma soltanto temporaneamente.
L’idea migliore – credo – sia comunque quella di non uccidere né Rogers, né Stark – così che un giorno possano tornare creando quell’idea di “cameo tanto atteso”/confronto vechia-nuova generazione piuttosto interessante (questo stesso confronto tra i due Thor, si può fare, ma uccidere il personaggio darebbe un enorme pathos e punto cruciale a Infinity War o Avengers 4 che sia e tutto sommato non toglierebbe troppo al continuum della narrazione). Il testimone del personaggio potrebbe passare a James Rhodes (a.k.a. War Machine), anche se preferirei di no – sarebbe una svolta banale, non attinente ai comics (preciso: Rhodes è stato Iron Man, ma per molto poco tempo) e ad ogni modo indebolirebbe il personaggio sia di Iron Man, sia di Rhodes.

“La” scelta, secondo me, è Riri Williams. Un personaggio nuovo, una ragazza giovane, che crea un personaggio diverso ma prosegue sulla via tracciata da Stark.
Con i seguenti – interessanti – vantaggi: Tony Stark potrebbe sempre ritornare (anche nell’ipotesi prima o poi di riuscire a trasportare sul grande schermo Civil War II — io ci spero tantissimo!) e potrebbe essere interessantissima la dinamica tra uno Spider-Man che (ora dell’inserimento della Williams nell’MCU), una volta cresciuto, potrebbe fare da mentore alla nuova “Iron Man” (che assumerà il nome di “Ironheart”), ribaltando così il rapporto che ha ora il nostro giovane Peter Parker nei confronti di Tony Stark, e idealmente “ripagandolo” di quello che sta facendo.

La mia lineup finale? Ironheart, Sam Wilson (o Bucky Barnes) come Captain America, Thor (donna), Hulk, Vedova Nera, Occhio di Falco, Ant-Man, Wasp, Scarlet Witch, War Machine e Spider-Man, magari con Ms. Marvel, Nova, Silk e Miles Morales a cui si aggiungono Captain Marvel, Doctor Strange e Black Panther (che credo sia un bene che rimangano “forze esterne” rispetto agli Avengers) con i Guardiani della Galassia, gli Inumani, i Difensori e lo S.H.I.E.L.D. + gli Illuminati (dove potrebbe fare ancora qualche cameo Tony Stark). E ciò che arriva dalla Fox.

Chiedo troppo? Probabile.

Ma, sempre molto ipoteticamente parlando, tutto questo comincerebbe ad avvenire tra almeno 4 anni.

E quattro anni fa (nel 2012 eravamo a The Avengers!) chi si sarebbe immaginato l’introduzione di Visione, Scarlet Witch, il Soldato d’Inverno, i Guardiani della Galassia, Ant-Man, Wasp, Captain Marvel, Doctor Strange, Black Panther e Spider-Man, per esempio? Quindi chissà… per ora si continua a sperare, speculare e aspettare novità dal quel geniaccio di Kevin Feige al quale dobbiamo tutta questa Marvel-meraviglia.

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi