Il Papa in Myanmar, terra di consolazione

da | 12 Dic 2017 | La buona parola

“Vorrei che la gente sapesse che voi, giovani uomini e donne del Myanmar, non avete paura di credere nel buon annuncio della misericordia di Dio, perché esso ha un nome e un volto: Gesù Cristo. In quanto messaggeri di questo lieto annuncio, siete pronti a recare una parola di speranza alla Chiesa, al vostro Paese, al mondo”.

Presso la Cattedrale di St. Mary a Yangon in Myanmar, il Papa – a conclusione della prima parte del viaggio apostolico nel sudest asiatico – così si è rivolto ai giovani riunti per la liturgia eucaristica nella festa dell’apostolo Andrea, il protocletos, il primo chiamato da Cristo.

In questa terra martoriata, la fede nella misericordia di Dio assume il volto dei fedeli, esortati a recare il lieto annuncio di bene, che è la vita in Cristo.

Il magistero del Papa è improntato proprio alla missionarietà, all’evangelizzazione di quanti – ancora molti – non conoscono il Signore o, peggio, lo rifiutano perché ne hanno un’idea errata.

Il brano della Lettera ai Romani, su cui si è fondata l’omelia di Francesco, mette in luce il piano della nostra cooperazione alla diffusione della Verità; Dio ha affidato a noi cristiani la missione di essere luce e sale, di annunciare con la vita che è possibile sperare.

Speriamo non in un concetto, in un’energia amorfa, in un principio astratto, ma in una persona, anzi la Persona: il Dio dei cristiani si è incarnato e ha condiviso la nostra natura.

Proprio poiché non crediamo in principi da scoprire autonomamente, ma nella Persona, è necessario che ci sia qualcuno che ci introduce in un cammino di conoscenza e di amicizia.

L’amicizia col Cristo si concretizza proprio in una comunità alla sequela del Maestro, docile alla Sua chiamata e pronta a gettare le reti per pescare uomini.

Il viaggio di Francesco in Myanmar è segnato proprio dal confermare la fede di tanti nostri fratelli che, per vicissitudini politiche, economiche e sociali, hanno bisogno di una consolazione per progredire.

E la consolazione che proviene dalla vicinanza di Dio e della Chiesa è il punto più alto della nostra vocazione di cristiani.

Non di solo studio…

Di Daniele Somenzi   Come organizzare studio e vita sociale nel quotidiano dei ragazzi? E’ una domanda che ci siamo posti tante volte, perché l'organizzazione è un punto fondamentale della missione di “Parole Insieme”. Per questo lavoriamo tanto nel pensare i...

Presentazione Strenna 2021

Nel pomeriggio del 26 dicembre presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma è stata lanciata, per la prima volta nella storia in diretta mondiale, la Strenna 2021 del Rettor Maggiore «Mossi dalla speranza: “Ecco, io...

1 Km per la speranza

Di Riccardo Schiavo Roberto Miglio insegna educazione fisica alla Maria Ausiliatrice di San Donato M.se Ammalarsi di Parkinson e vedere, in mezzo al nero, un’opportunità per lanciare un messaggio positivo. Roberto Miglio insegna educazione fisica alla scuola salesiana...

Proposte “non” parrocchiali

Di don Andrea Lonardo   Tanti dichiarano che la parrocchia è finita e poi cosa fanno? Continuano a proporre ricette sulla parrocchia e sull’Iniziazione cristiana. Tanti pastoralisti continuano a ripetere lo slogan che la “civiltà parrocchiale” è finita e poi...

Scuola. Salvare il rientro

Cresce il desiderio di studenti e famiglie di tornare alla didattica in presenza. I nodi da sciogliere sono noti. Ma servono criteri adeguati e non centralistici Di Ezio Delfino   Il desiderio degli studenti e l’attesa delle famiglie di tornare a un regolare...

Buon Natale 2020!

Nulla di romantico: costretti a mettersi in viaggio quando Maria avrebbe bisogno di riposo; locande piene quando ci sarebbe bisogno di un posto caldo ed accogliente dove accogliere il Bambino; notte, freddo, grotta per un evento degno del luogo migliore del mondo per...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi