Tre giornate di visita del Rettor Maggiore all’Ispettoria “SS. Cirillo e Metodio” della Slovenia

Un giorno per i Salesiani, uno per la Famiglia Salesiana e un altro per il nuovo Santuario di Don Bosco, il primo nel paese. Così sono trascorse le giornate di visita del Rettor Maggiore all’Ispettoria “SS. Cirillo e Metodio” della Slovenia.

23061986105_c47e1cfd0d_o

Il 13 novembre in una piacevole atmosfera di fraternità don Ángel Fernández Artime ha dialogato con i suoi confratelli della Slovenia. Ha parlato loro dell’importanza di seguire un cammino di rinnovamento e di continuo ritorno alla fonte del carisma salesiano. Poi, durante la messa, ha anche benedetto e consegnato a ciascun religioso il testo delle Costituzioni Salesiane; e, nel pomeriggio, si è dedicato ad un confronto ristretto con l’Ispettore, don Janez Potočnik, e il suo consiglio.

Sabato, terzo giorno, don Á.F. Artime ha incontrato i membri di tutti i rami della Famiglia Salesiana della Slovenia. Dopo la preghiera nel santuario di Maria Ausiliatrice a Rakovnik, ha presieduto una solenne Eucaristia, nel corso della quale hanno emesso la loro promessa due nuovi Salesiani Cooperatori. Nell’omelia il Rettor Maggiore ha incoraggiato tutti a dare testimonianza dell’amore di Gesù, con lo stile di Don Bosco, e ad tenere sempre aperto il cuore agli altri.

In serata, invece, il Rettore Maggiore è stato l’ospite alla rappresentazione del musical “Vivo per Voi”, presso l’Aula Magna del Teologato di Ljubljana. Il Rettor Maggiore ha anche offerto il pensiero della “buona notte” salesiana e ringraziato gli artisti per la loro creatività nell’omaggiare Don Bosco per il Bicentenario della sua nascita.

Ieri, infine, domenica 15 novembre, il X Successore di Don Bosco ha benedetto il primo santuario dedicato a Don Bosco in terra slovena, situato a Maribor, in un’opera che ospita anche un oratorio-centro giovanile.

Al solenne evento hanno partecipato, oltre a numerosissimi fedeli, l’arcivescovo di Maribor, mons. Alojzij Cvikl, il salesiano mons. Stanislav Hočevar, arcivescovo di Belgrado, mons. Andrej Glavan, vescovo di Novo Mesto, e l’arcivescovo emerito di Maribor, mons. Franc Kramberger. Presenti anche tutti i precedenti Ispettori della Slovenia ancora viventi; i Superiori o dei loro rappresentanti delle vicine Ispettorie della Croazia, dell’Ungheria e dell’Austria; numerose autorità locali.

22439200104_f4a9322c44_o

Nel corso della messa, animata da cantori di 16 cori riuniti, il Rettor Maggiore ha invitato tutti i presenti a vivere cercando di costruire nel proprio cuore un santuario bello come la nuova chiesa di San Giovanni Bosco di Maribor; e si è anche augurato che il nuovo santuario diventi un luogo di preghiera, in particolare per i giovani, ed un segno di speranza per la città di Maribor e tutta la Chiesa in Slovenia.

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi