Perchè pregare?

da | 28 Mar 2017 | La buona parola

“Signore, insegnaci a pregare”. (Luca 11,1)

Che bella questa richiesta che i discepoli rivolgono a Gesù! Chissà infatti come pregava per averli così affascinati al punto da chiedergli di insegnare loro. Eppure, pregare non dovrebbe essere una delle cose più facili al mondo? Certo, se ci limitassimo solamente a chiedere, ma la preghiera è ben altro, una riserva di doni!

Innanzitutto, tiene desta la meraviglia e ci mantiene vivi, perché pregare vuol dire stupirci, complimentarci con Dio e accorgerci della Sua presenza intorno a noi.

Poi, ricorda che esiste il “Grazie!”, ovvero ci ingentilisce: pregare non vuol dire solo chiedere grazie, ma dire grazie. Il pensiero riconoscente è l’anima della preghiera e dire grazie significa scoprire tutte le benedizioni di Dio. In questo modo diventiamo anche più umani perché il “grazie” si allarga alle persone che incontriamo ogni giorno.

Ancora, è una delle medicine più potenti che noi possiamo produrre. La preghiera infatti è un potente ansiolitico o, almeno, un benefico sfogo: sapere che Dio c’è e mi ama rasserena più di molte psicanalisi.

Ed è contro la superficialità! Quando l’uomo prega, più che farsi conoscere da Dio fa conoscenza con se stesso. Pregare è pensare al proprio stato di salute spirituale, significa possedersi, essere interiormente occupati.

Infine, la preghiera crea un io dilatato. Non ci dispensa dall’azione, anzi: spinge a scaraventarci fuori dal nostro io per andare ai fratelli. Pregare significa aprire le persiane del cuore perché entri una luce nuova.

E io, come prego? Domando semplicemente, moltiplicando le parole, oppure lodo il Signore per ciò che è, lo ringrazio, gli chiedo di guarire il mio cuore, di renderlo più profondo e attento ai bisogni del prossimo?
Cosa potrei migliorare per essere una “preghiera in cammino” sulle strade di ogni giorno?

Signore, aiutami a capire che qualche volta basta stare lì, in silenzio, come il mendicante che semplicemente tende il braccio: fa’ che parlino le mani aperte, i vestiti a brandelli, il viso segnato dalle fatiche della vita.

Andrea Navarin
fonte: 180 battiti di luce – Officina ConteplATTIVA

 

Scuola, non chiudete le superiori

Di Alberto Pellai Lo psicologo Alberto Pellai nel suo profilo Facebook interviene sull'ipotesi di utilizzare la Dad per gli studenti più grandi (una riflessione che raccoglie quasi 1500 condivisioni in 4 ore). «Come genitore credo davvero che i nostri ragazzi possono...

Dedicazione del Duomo di Milano

Dedicazione del Duomo di Milano, Chiesa madre di tutti i fedeli ambrosiani Vangelo di Matteo 21,10-17 Commento di suor Antonia Franzini, FMA   Prima di condividere con voi alcune brevi riflessioni attorno al Vangelo di oggi, permettetemi di dare qualche...

31^ Domenica del Tempo Ordinario

31^ Domenica del Tempo Ordinario – Anno A Vangelo di Matteo 22,15-21 Commento di suor Laura Agostani, FMA   Troppo ostiche queste parole di Gesù! Ci ha lasciato domenica scorsa con un invito a nozze poco corrisposto, col monito dei molti chiamati e dei pochi...

Solo un Padre può guarire noi e la realtà

di Federico Pichetto Il 4 ottobre è stata pubblicata la nuova enciclica di papa Francesco, dal titolo “Fratelli tutti”. Tre considerazioni utili per addentrarsi nella sua lettura. FRATELLI TUTTI, ENCICLICA DI PAPA FRANCESCO. Sarà la storia a dirci se l’enciclica...

Noi adulti dobbiamo dare coraggio ai giovani

di Andrea Lonardo   Sono anni che parliamo degli adulti: ebbene sono loro che debbono oggi accompagnare le giovani generazioni ad attraversare il Covid. Cioè siamo noi! Oggi gli adulti debbono prendere in mano la situazione, in famiglia e nella scuola, nel lavoro...

La Chiesa del Myanmar e la pandemia

di Card. Charles Bo Per l’arcivescovo di Yangon, la crisi sanitaria è una sfida per l’umanità. L’emergenza coronavirus si aggrava nel Paese. Il sistema sanitario nazionale è in grave difficoltà. La comunità cattolica assiste i bisognosi con programmi di aiuto...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi