L’uomo che doveva morire di cancro, ma poi…

da | 18 Nov 2014 | Genitori

L’uomo che doveva morire di cancro, ma poi ha ritrovato se stesso e la salute riparando una chiesa.

Greg Thomas, 61 anni, cinque anni fa gli fu diagnosticato un cancro in fase avanzata al collo e al cervello. I medici gli diedero poco tempo da vivere.

Greg, schiantato dalla notizia, mentre faceva lunghe passeggiate da solo con il suo cane, si ritrovò un giorno a piangere sui gradini di una chiesa abbandonata in aperta campagna. Era una chiesa cattolica costruita cento anni prima dalla comunità boema di Montgomery, in un posto che sembrava quello in cui si sarebbe sviluppata la città, mentre in realtà restò isolato. Per cui anche la chiesa venne pian piano lasciata a se stessa e quindi chiusa.

Greg ebbe un’illuminazione, come atto di devozione, come modo per lasciare ai posteri un’opera di bene.

Prima ridipingere e poi risistemare quell’edificio sacro dimenticato da decenni. Si informò su chi aveva le chiavi dell’edificio, chiede il permesso per poter realizzare il suo desiderio e poi, da solo, si mise di gran lena al lavoro.

Oggi quella chiesetta rifulge in tutto il suo umile splendore. Mentre il tumore di Greg ha registrato una remissione sorprendente, che per i medici ha del miracoloso.

Questo grazie alle cure, certamente, ma per Greg grazie anche a un aiuto non di questo mondo.

da «Star Tribune» in inglese

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi