Un giorno vorrei essere come te

Tra le frasi più belle che un animatore possa sentirsi dire dai ragazzi che gli sono stati affidati c’è questa: «Un giorno vorrei essere come te».

Tu getti un seme, altri raccoglieranno, normalmente è così.

Accade anche che diversi anni dopo si presenti in oratorio qualcuno che ti saluta, ma non lo riconosci sul momento; ti sorride, ti ricorda che frequentava da piccolo e tu eri il suo animatore.

Adesso vorrebbe impegnarsi per i più piccoli, essere come te allora, come te ancora oggi e non puoi non commuoverti, perché questa volta il frutto è nelle tue mani. A 14 e 15 anni ci sono cuori che battono già per il bene degli altri, c’è ottima stoffa e tu sei di nuovo chiamato ad essere il sarto, non per vanagloria, ma per farne un abito per Dio.

Qualcuno dice che sono piccoli ancora per delle responsabilità, spesso dimenticandosi che la propria storia di animatore è nata proprio a quell’età grazie a qualcuno che ha visto oltre e ha dato fiducia.

E poi quanti anni avevano San Domenico Savio, la Beata Laura Vicuña e altri ancora quando hanno scoperto la bellezza di donarsi agli altri? Sì, gettiamo un seme da animatori, ma il padrone del campo è un Altro che conosce bene il cuore di ciascuno.

All’animatore adulto tocca accompagnare, sostenere, indicare, richiamare, formare, pregare, testimoniare e pian piano mettersi da parte, lasciare spazio, dare fiducia.

Poi verrà il tempo di dire al nuovo animatore:
«Adesso tocca a te; non devi essere come me, bensì migliore, non dimenticarlo mai!».

 

Marco Pappalardo

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi