Eleanor Rigby – The Beatles

da | 30 Ago 2016 | Musica

7 cantanti rock che hanno parlato dei sacramenti

Sacramento dell’Ordine Sacro

Eleanor Rigby è un’ode a tutte le “persone sole” là fuori

Paul McCartney è stato cresciuto da cattolico, ma la sua fede d’infanzia appare raramente nella sua musica. A parte canzoni come “Let it Be,” è difficile trovare alcuna influenza diretta del cattolicesimo nella sua musica. Ma da questo punto di vista Eleanor Rigby è molto interessante.
È un’ode, un’espressione di simpatia a tutte le “persone sole” là fuori. È interessante notare che tutte queste “anime tristi” sembrano incontrarsi attorno a una chiesa, come se la loro tristezza fosse aggravata dal fatto di essere in chiesa e di non potersene andare:

“Eleanor Rigby prende il riso nella chiesa in cui è avvenuto il matrimonio/ Vive in un sogno/ Aspetta alla finestra, con una faccia che tiene in un barattolo vicino alla porta/ Per chi sarà mai?”

E poi c’è il povero Padre McKenzie, che deve di certo essere un uomo solo e miserabile, perché nessuno – in pieno possesso delle proprie facoltà mentali – vorrebbe diventare un prete, a meno che si sia stati costretti a farlo dalla propria inettitudine sociale.
Scherzo, ma questa deve essere stata – grossomodo – la percezione di McCartney, altrimenti non avrebbe reso la chiesa il terreno fertile per una tragedia simile.

“Padre McKenzie sta scrivendo parole di un sermone che nessuno ascolterà/ Nessuno si avvicina/ Guardatelo al lavoro/ Mentre rammenda i calzini di notte, quando non c’è nessuno là/ Cosa gli importa?”

Non nego che questi scenari siano molto reali, ma vorrei far notare che la simpatia di McCartney è in qualche modo fuori luogo. La tragedia non è che questi “perdenti solitari” siano bloccati in chiesa, ma piuttosto che ci sono innumerevoli persone sole in questo mondo che non hanno neppure tale conforto.
Questo è ciò che fa veramente male.

Invece ciò che è incoraggiante è che sia la chiesa che il clero offrono una casa, uno scopo e una comunità a queste persone.

Perché Eleanor Rigby va in chiesa? Di certo non perché la chiesa, in quanto tale, sia deprimente, ma piuttosto perché potrebbe essere l’unico posto dove si sente la benvenuta. La vera tragedia è che Paul McCartney (e così tanti altri) può concepire il sacerdozio esclusivamente come una sorta di mancanza di aspirazioni.
Come fa a sapere che Padre McKenzie non era un sacerdote per lo stesso motivo di Gesù Cristo, cioè per portare la Buona Novella ai poveri, soprattutto alle Eleanor Rigby del mondo?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

https://youtu.be/WPEr_FYh7ZA

Eleanor Rigby

Ah, look at all the lonely people!
Ah, look at all the lonely people!Eleanor Rigby picks up the rice
In the church where a wedding has been
Lives in a dream
Waits at the window
Wearing the face that she keeps in a jar by the door
Who is it for?
All the lonely people
Where do they all come from?
All the lonely people
Where do they all belong?

Father McKenzie
Writing the words of a sermon that no one will hear
No one comes near
Look at him working
Darning his socks in the night when there’s nobody there
What does he care?

Eleanor Rigby died in the church
And was buried along with her name
Nobody came
Father McKenzie wiping the dirt
From his hands as he walks from the grave
No one was saved

Ecco la Traduzione

Ah, guarda tutte le persone sole!
Ah, guarda tutte le persone sole!
Eleanor Rigby prende il riso
nella chiesa in cui è avvenuto il matrimonio
Vive in un sogno
Aspetta alla finestra, con una faccia che tiene in un barattolo vicino alla porta
Per chi sarà mai?
Tutte le persone sole
Da dove vengono tutte?
Tutte le persone sole
Di dove fanno parte?

Padre McKenzie sta scrivendo parole di un sermone che nessuno ascolterà
Nessuno si avvicina
Guardatelo al lavoro
Mentre rammenda i calzini di notte, quando non c’è nessuno là
Cosa gli importa?

Eleanor Rigby morì nella chiesa
E fu sepolta insieme al suo nome
Nessuno venne
Padre McKenzie togliendosi la terra
Dalle mani mentre si allontanava dalla tomba
Nessuno venne salvato

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi