Il cuore oltre le sbarre

da | 28 Mar 2017 | Libri

Può il carcere essere luogo dove ritrovare sé stessi?

E’ possibile riprendersi la vita dopo aver commesso un delitto?
A tali domande risponde Pietro con la sua storia vera narrata in questo libro.

Ero male.
Sono Pietro, il ragazzo di questa storia e ho deciso di cominciare con questo “ero male” perché così mi ricordo, così ero. Nella mia prima vita tutto era falso. Le amicizie nascevano e si conservavano solo per convenienza. Vivere sempre così, senza regole, senza limiti e senza volermi bene, mi ha portato prima all’autodistruzione e poi a distruggere tutto quello che avevo intorno. Non esistevano più gli amici, la famiglia, le regole, i limiti, Dio: avevo buttato via tutto, era tutto finito. Ho iniziato da ragazzino a infrangere le regole più piccole, infischiandomene di quello che veniva detto e insegnato. Ho capito che prendendo la vita di lato tutto mi veniva meglio perché era più facile. Ero poco più che ventenne quando sono arrivati la caduta, il carcere e l’inizio della mia seconda vita.
A distanza di undici anni dall’arresto, con una detenzione che oggi fortunatamente prosegue con l’affidamento ai servizi sociali, posso dire che per me stata la salvezza: io col carcere mi sono ritrovato, ho ritrovato la fede e con essa la vita vera,; ho ritrovato l’amore infinito per una donna stupenda, il bene assoluto per la famiglia e ho scoperto degli amici. Auguro a tutti di non prendere mai scorciatoie di fronte alla vita perché io so bene che non portano a niente e che vale invece la pena di affrontare tutto con coraggio.

Autrice: Giuditta Boscagli – ed. Itaca

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi