Qualcosa

da | 16 Mag 2017 | Libri

Un libro intenso, per provare ad essere un po meno soli.

Scritto come una fiaba questo bellissimo libro di Chiara Gamberale ci insegna a riflettere su quella che è la capacità di comprendere e condividere i nostri desideri.

Una richiesta di attenzione verso una vita che pian piano fagocita il nostro tempo regalandoci spesso gioie effimere e virtuali.

La protagonista, la principessa Qualcosa di troppo, come ben descrive il suo nome è nata con la smania dell’eccesso: piange troppo, ride troppo e soprattutto non pone limiti al riempimento della sua vita. Questo fino alla morte della madre. Comincera’ cosi un nuovo percorso per cercare di riempire quel senso di vuoto, a lei sconosciuto, che inizia a pervadere la sua vita. Inizierà un viaggio che la porterà alla ricerca di un amore compensativo. Capira’ la differenza tra l’aver voglia di ridere e aver bisogno di ridere. Tra il desiderio che necessita’ di una cosa che non c’e ed il sentimento che invece ha bisogno di una presenza. Dialoghera’ con la coscienza che troppo spesso ha allontanato forte di una scelta affrettata.
“…se non fai pace con lo spazio vuoto dentro di te, niente potrà mai davvero riempirti…”, uno dei passaggi piu belli del libro.

Con la consueta dolce malinconia la Gamberale aiutata da splendide illustrazioni e da una buona dose di ironia ci regala un altro libro intenso, per provare ad essere un po meno soli. Meno figli di un pollice alzato e meno apatici verso il prossimo ed i suoi problemi. Schiavi di sciocchezze con cui spesso ci rimpiamo la vita perché non abbiamo il coraggio di guardarci negli occhi. Sognando qualcuno che non ci dia “qualcosa di troppo” ma che ci dia un po’ di tutto. Senza toglierci niente.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi