Vattene, io resto

da | 4 Lug 2017 | Libri

Ricordate Luca Russo?

Ve ne parlai tempo fa perché usci con un bellissimo thriller, “Il rancore non dimentica”, oggi è tornato con un nuovo romanzo: Vattene, io resto.
Innanzitutto devo fargli i complimenti perché ha sfornato un altro bel libro, e non era facile.

Luca oltreché essere un bravo autore è diventato anche un mio grande amico e sa che nella critica io sono sempre sincero. Gli dissi che dopo la sua prima opera, geniale per trama e stesura, non sarebbe stato facile ripetersi. Soprattutto non sarebbe stato facile farlo cambiando letteralmente genere narrativo. Quanti autori bravi lo fanno? Se ci pensate sono pochissimi, ognuno eccelle nel proprio filone e difficilmente rischia un altra strada. La Rowling ci provo’ con esiti molto discutibili e sotto pseudonimo, come King. Questa mia disamina non vuole essere una sviolinata ad un amico perché non è nel mio carattere. Tra l’altro leggendolo poi converrete con me che è una buona storia.

Inizialmente sembra un po’ banale, scene di vita quotidiana minate da un amore finito e dalla presenza di un lui terzo incomodo. Proseguendo la lettura, accompagnerete il protagonista in un viaggio interiore e reale alla ricerca di quel coraggio che spesso l’apatia e la paura di sofferenza ci negano. Perché, come dice bene l’autore, le conseguenze esistono solo se si temono.
Un abbandono difficile da metabolizzare per Matteo, protagonista che, ne converrete con me durante la lettura, nella sua fragilità e presunta “zerbinitudine” emotiva sarebbe da prendere a sberle.

Una fragilità ed un senso di impotenza che solo un finale assolutamente non convenzionale ci permetteranno di condividere.

A mio avviso in questo libro c’è tanto dell’autore, forse mi sbaglierò ma è un mettersi a nudo che nella scrittura non tutti hanno il coraggio di fare. Leggetelo, poi ne riparleremo.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi