Il Papa in Myanmar, terra di consolazione

da | 12 Dic 2017 | La buona parola

“Vorrei che la gente sapesse che voi, giovani uomini e donne del Myanmar, non avete paura di credere nel buon annuncio della misericordia di Dio, perché esso ha un nome e un volto: Gesù Cristo. In quanto messaggeri di questo lieto annuncio, siete pronti a recare una parola di speranza alla Chiesa, al vostro Paese, al mondo”.

Presso la Cattedrale di St. Mary a Yangon in Myanmar, il Papa – a conclusione della prima parte del viaggio apostolico nel sudest asiatico – così si è rivolto ai giovani riunti per la liturgia eucaristica nella festa dell’apostolo Andrea, il protocletos, il primo chiamato da Cristo.

In questa terra martoriata, la fede nella misericordia di Dio assume il volto dei fedeli, esortati a recare il lieto annuncio di bene, che è la vita in Cristo.

Il magistero del Papa è improntato proprio alla missionarietà, all’evangelizzazione di quanti – ancora molti – non conoscono il Signore o, peggio, lo rifiutano perché ne hanno un’idea errata.

Il brano della Lettera ai Romani, su cui si è fondata l’omelia di Francesco, mette in luce il piano della nostra cooperazione alla diffusione della Verità; Dio ha affidato a noi cristiani la missione di essere luce e sale, di annunciare con la vita che è possibile sperare.

Speriamo non in un concetto, in un’energia amorfa, in un principio astratto, ma in una persona, anzi la Persona: il Dio dei cristiani si è incarnato e ha condiviso la nostra natura.

Proprio poiché non crediamo in principi da scoprire autonomamente, ma nella Persona, è necessario che ci sia qualcuno che ci introduce in un cammino di conoscenza e di amicizia.

L’amicizia col Cristo si concretizza proprio in una comunità alla sequela del Maestro, docile alla Sua chiamata e pronta a gettare le reti per pescare uomini.

Il viaggio di Francesco in Myanmar è segnato proprio dal confermare la fede di tanti nostri fratelli che, per vicissitudini politiche, economiche e sociali, hanno bisogno di una consolazione per progredire.

E la consolazione che proviene dalla vicinanza di Dio e della Chiesa è il punto più alto della nostra vocazione di cristiani.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi