Elogio di Cristina Plevani

da | 27 Feb 2018 | Giovani

di Emanuele Fant per Credere

La concorrente della prima edizione del Grande Fratello, dopo alcune comparsate, oggi fa la cassiera. Ebbene, so che il televoto è chiuso da 18 anni, ma io scelgo lei.

«Come si è ridotta? A fare la cassiera», dicono, sfogliando una rivista, le signore in fila dal parrucchiere. Parlano di Cristina Plevani, vincitrice della prima edizione del Grande Fratello nell’anno 2000. Io me la ricordo: riccioli biondi, sfrontatezza mitigata da una accesa sensibilità femminile, quel qualcosa più di un bacio col concorrente Pietro Taricone. Ora è una signora di 45 anni che si fa fotografare dietro al nastro scorrevole della sua nuova postazione di lavoro.

Le clienti del salone sbarrano gli occhi di fronte a quell’articolo che considerano quasi osceno: non riescono a capire come un essere umano possa piombare dal desiderabile universo della televisione al mondo dove esistono le tasse, le levatacce, il sudore. A dire il vero, basta leggere l’intervista per capire: Cristina, all’apice della fama, si è dedicata alle ospitate, poi si è accontentata di qualche ruolo minore, infine il telefono dorato ha smesso completamente di squillare.

Il problema dei protagonisti dei reality, si sa, è che si sfidano, possono vincere o cadere, ma si sgretolano in un istante di fronte a un interrogativo essenziale: in quale disciplina eccellono? Così, spenti i riflettori, l’interesse della gente verso di loro si assopisce nel corso di una stagione.

So che il televoto per quella edizione è chiuso da 18 anni, ma io avevo bisogno di un po’ di tempo per capire. Ora è evidente che era lei la migliore. Voto Cristina. Com’è difficile far fuori la retorica del «sogno da inseguire a tutti i costi», che produce intemperanti adulti-bambini, larve umane ridotte a bazzicare eternamente i camerini per implorare una parte minore in uno show.
Cristina si è procurata una sveglia e un grembiule, salvandosi dal gorgo di una finta vocazione. Le aspettative sono sempre affamate, vanno ingozzate di consenso degli altri.

La nostra essenza, bastando a se stessa, non ha il timore di sentirsi banale. Trattatela male!

Resiste alle alte temperature e pure al gesto sempre uguale di una cassiera.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi