Un anno da pacificare

da | 8 Gen 2019 | La buona parola

Di Chiara Tintori

“Buon anno! Buon anno!” Quante volte in questi giorni abbiamo ripetuto e ascoltato queste parole.

L’augurio perché il 2019 sia un anno buono porta con sé desideri profondi e autentici; primo fra tutti quello della pace tra le nazioni, nelle relazioni sociali e politiche, nelle famiglie e in comunità.

Di quanta pace c’è bisogno oggi!

Eppure l’anno che si è appena aperto potrà portarci pace, solo se noi per primi ci saremo pacificati con noi stessi, e tra coloro con cui condividiamo la quotidianità; se torneremo ad abitare noi stessi con coraggio e ad agire responsabilmente per coltivare relazioni buone.
Se noi per primi sapremo essere operatori di pace, allora avremo un gran bel da fare a pacificare il 2019, a portare riconciliazione tra persone e gruppi.
Nel consueto messaggio per la Giornata Mondiale per la pace del primo gennaio, Papa Francesco ci ricorda che persino la politica, quella “buona” è a servizio della pace, mentre “la ricerca del potere ad ogni costo porta ad abusi e ingiustizie […]. La politica è un veicolo fondamentale per costruire la cittadinanza e le opere dell’uomo, ma quando, da coloro che la esercitano, non è vissuta come servizio alla collettività umana, può diventare strumento di oppressione, di emarginazione e persino di distruzione”.

In una recente intervista il card. Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, ha affermato che: “L’Italia non sta bene; non è in pace con se stessa, geme”.

Ecco, anche per questo il 2019 avrà bisogno che ciascuno si impegni per pacificare le relazioni, per evitare oppressioni, ingiustizie ed emarginazioni.
Un antidoto possibile a chi agita paure e promette miracoli è pacificare ogni giornata, ogni dialogo, ogni azione; perché si possa vivere “per” e non “contro”, perché la fiducia superi il rancore.

Che sia un 2019 buono per ciascuno e per tutti!

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi