Juliet Naked – Tutta un’altra musica

da | 25 Giu 2019 | Film

Juliet Naked – Tutta un’altra musica

da | 25 Giu 2019 | Film

di Riccardo Copreni per Sentieri del cinema

Anno: 2018
Durata: 105

Genere: Commedia romantica
Voto: Consigliato
Tematiche: amore, Famiglia, matrimonio, musica, paternità
Target: Da 14 anni

Il rapporto tra un uomo e una donna è condizionato dall’ossessione di lui per un cantante ormai dimenticato, che entrerà nella loro vita…

Annie è una donna che fa la curatrice di un museo di storia locale in una cittadina sulla costa britannica. Da anni è la compagna di Duncan, un insegnante di serialità televisiva ad una piccola università locale. Duncan è letteralmente ossessionato da Tucker Crowe, un cantautore americano di fine anni 90 che ha fatto un solo disco considerato dai fan un capolavoro.
La relazione tra Annie e Duncan è agli sgoccioli: lui è ancora un ragazzino, non vuole prendersi le sue responsabilità e non è disposto a crescere e avere una famiglia. I due si lasciano ma Annie inizia una curiosa relazione epistolare via e-mail proprio con il cantante.

Produzione anglo-americana tratta dal romanzo omonimo di Nick Hornby (About a Boy, Non buttiamoci giù, Slam – Tutto per una ragazza, Brooklyn, An Education), autore quanto meno saccheggiato dal cinema adattato a questo giro da due grandi sceneggiatori del cinema indipendente americano: Jim Taylor (sceneggiatore di Alexander Payne, premio Oscar per Sideways) e Tamara Jenkins (anche regista di film come il bellissmo La famiglia Savage); alla regia invece c’è Jesse Peretz, un regista televisivo americano che dirige il traffico con mestiere più che con un qualche stile.

La materia di partenza, la storia, è un po’ già vista in classici del film sentimentale – a Notting Hill a C’è posta per te – ma sempre efficace, con in più una scrittura raffinata.
Il ritmo è lento ma coinvolgente: non si ride molto, più che altro si sorride, c’è una sorta di leggerezza e malinconia che pervade tutto il film. Un film godibile e intelligente rispetto anche a tante altre commedie sentimentali più prevedibili e volgari.

C’è molta umanità dentro, desiderio di un amore che vada oltre un’abitudine e il bisogno di una famiglia.

I tre personaggi principali sono tratteggiati con finezza per scrittura è interpretazione. La protagonista Annie è interpretata dall’australiana Rose Byrne che porta con eleganza i suoi quarant’anni, molto bella ma credibile come donna normale; mentre il suo compagno Duncan è il grande comico inglese Chris O’Dowd (I love Radio Rock), buffo, patetico adolescente mai cresciuto, ma con sprazzi di umanità e tenerezza. Vera star del cast è poi Ethan Hawke nel ruolo di Tucker Crowe, giovane nonno e adolescente cresciuto troppo in fretta.

Insomma un film confezionato bene, piacevole, godibile. Uno di quei film che si godono molto, di un intrattenimento sincero e intelligente, e che con la sua grande umanità può anche regalare qualche piacevole sorpresa.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi