L’altro mondiale

da | 25 Giu 2019 | Giovani

L’altro mondiale

da | 25 Giu 2019 | Giovani

Di Riccardo Deponti

È estate. I campionati sportivi sono arrivati alla loro conclusione. Ma come ogni estate ci sono sempre le competizioni internazionali a farci compagnia.

In questi giorni, le televisioni e i social sono in fermento per una competizione mondiale che sta venendo alla ribalta: il campionato del mondo di calcio. Ma non c’era stato l’anno scorso?

In verità è il campionato mondiale di calcio femminile, il massimo torneo calcistico per squadre nazionali organizzato dalla FIFA. Ci partecipano 24 squadre divise in sei gironi da quattro squadre ciascuno, in lotta per cercare di succedere alle campionesse in carica degli USA.

Dopo 20 anni di assenza, anche la nazionale italiana è presente (meglio degli ultimi mondiali dei colleghi azzurri uomini). E sta anche andando bene! Prima nel girone con 2 vittorie e una sconfitta, due gol subiti (uno su rigore e l’altro su ribatutta dopo un rigore parato) e sette fatti e l’appuntamento per martedi 25 negli ottavi contro la Cina.

Prestazioni convincenti con passione, grinta e coraggio contro squadre che hanno fatto la storia del calcio femminile e che hanno incollato gli italiani agli schermi a seguire le “Azzurre”, più di quelli che hanno seguito le recenti partite dei colleghi maschili.

Una ribalta che pare ridursi solo come al cavalcare l’onda del momento: il calcio femminile esiste da anni, anche in italia il campionato nazionale è ormai presente da tempo, con anche società che militano in serie A maschile.

Ma perchè tutta questa differenza? Perchè si deve parlare degli sport cosidetti “minori” solo quando si vince, quando si è in evidenza? Perchè non si da uno spazio equo a chi vive la bellezza del proprio sport?

Lo sport è per tutti, vissuto da tutti.

Intanto auguriamo alle ragazze di potersi togliere più soddisfazioni possibili, oggi e domani.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi