Free Solo – Sfida estrema

da | 25 Mag 2020 | Film

Free Solo – Sfida estrema

da | 25 Mag 2020 | Film

Un giovane scalatore si prepara ad affrontare un’impresa mai tentata prima: scalare senza protezione la nuda roccia della montagna El Capitan

 

Di Roberta Breda

 

Alex Honnold, 32 anni, metodico e riservato, è uno dei più grandi scalatori al mondo. Per tre anni si allena per affrontare una sfida estrema mai tentata prima: scalare in solitaria e senza protezione El Capitan, una vertiginosa parete di granito alta oltre 1000 metri. Il collega scalatore Jimmy Chin racconta la sua preparazione, la sua quotidianità e le sue relazioni, affrontando però un grande problema: e se morisse davanti alla telecamera?

Avete presente l’iconica scena di apertura di Mission Impossible 2, con Tom Cruise che si arrampica sulla roccia, rimanendo sospeso nel nulla? Quello è il “free solo”: una scalata tanto spettacolare quanto folle, affrontata senza compagni e senza protezioni. Una sorta di duello all’ultimo sangue tra un uomo e una montagna. Niente a che vedere, però, con un’impresa spensierata o improvvisata: nella realtà ogni mossa deve essere studiata, provata e riprovata con pazienza e tenacia, perché una volta senza corda di sicurezza non c’è margine di errore.

Premio Oscar nel 2019 come miglior documentarioFree Solo è un film mozzafiato, con riprese spettacolari accompagna tedall’ottima colonna sonora di Marco Beltrami (compositore per A Quiet Place e The Hurt Locker, tra gli altri). Ma ad essere vertiginosa è anche la situazione dello scalatore Alex, che mette la propria vita sul piatto della bilancia ogni volta che inizia un’arrampicata: una storia tanto affascinante quanto estrema e al limite. Jimmy Chin, regista insieme alla moglie Elizabeth Chai Vasarhelyi, è uno scalatore professionista, che accompagna Alex nelle prime salite per scegliere dove piazzare le telecamere. Le interviste non svelano però solo l’allenamento del protagonista, ma indagano anche sulla sua vita, sulla sua mentalità e sui dubbi che lo accompagnano. Cosa spinge una persona a darsi come obiettivo un’impresa potenzialmente letale, non a caso mai tentata prima?

Visivamente affascinante ma anche coinvolgente, il film non racconta però un’impresa perfetta e inimitabile: ci sono imprevisti e incidenti di percorso anche per chi non si concede di sbagliare, per chi prova a sentirsi invincibile ma si scopre vulnerabile. Che ne è delle relazioni, quando si fanno scelte così solitarie? Nel documentario vengono intervistati gli amici, la madre e la fidanzata, per indagare su quale sia l’impatto di queste decisioni sul rapporto con gli altri, messi di fronte all’eventualità che un giorno Alex vada a scalare senza avvertire e non torni più indietro.

I droni e le telecamere comandate a distanza corteggiano lo scalatore, cercando di ridurre al minimo qualsiasi interferenza umana con l’impresa. Ma un’interferenza c’è: sapere di essere guardato è uno dei fattori emotivi in gioco, capace di destabilizzare Alex, ora che non è più “solo”: e se morisse di fronte a qualcuno? Sullo schermo c’è un aspetto quanto mai interessante per un documentario: l’occhio che osserva non è neutro, ma dialoga con la storia che viene raccontata. I cameramen e i registi entrano anche loro nell’inquadratura, con un dilemma che fa parte dell’impresa: che succederà se Alex cade? Siamo disposti noi stessi a guardare?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

 

Fonte: sentieridelcinema

Chi è Charles de Focauld?

Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo santo. di Gelsomino Del Guercio   Chi era Charles de Foucauld, l’intellettuale francese che è stato dichiarato santo il 15 maggio 2022? Nel Concistoro Ordinario Pubblico del 3 maggio 2021, Papa Francesco ne aveva decretato...

Novena mondiale a Maria Ausiliatrice 2022

In preparazione alla Solennità di Maria Ausiliatrice, che si celebra il 24 maggio 2022, la Famiglia Salesiana è unita nella preghiera della Novena Mondiale, dal 15 al 23 maggio 2022.   La Novena di quest’anno è affidata dal Rettor Maggiore dei Salesiani di Don...

Don Bosco e la realtà digitale e virtuale #6

Don Bosco, un maestro dell’interattività! ‘Interattività’ è una parola chiave nella comunicazione digitale e virtuale!  Una parola relativamente nuova! Una parola forte! Una parola che ha cambiato le nostre relazioni! Da un bambino che gioca ad una persona anziana che...

Un figlio

Settembre 2011: in una Tunisia post primavera araba (la Rivoluzione dei Gelsomini finì nel gennaio 2011), una famiglia tunisina benestante resta coinvolta in una sparatoria durante la quale viene ferito gravemente il figlio. A seguito della necessità di un trapianto...

Maria Domenica Mazzarello animatrice di comunità

“Amata e chiamata”: radicata in questa verità sulla persona umana, Madre Mazzarello ha saputo incarnarla nel vissuto di ogni giorno, imparando a corrispondere al dono d’amore di Dio facendosi dono sincero di sé alle sorelle e alle giovani. Scrive Giovanni Paolo II...

150° FMA: nella Chiesa con i giovani

150 anni fa, a Mornese, nasce la prima Comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Il nostro grazie va innanzitutto a Dio, che sempre agisce nella storia con la logica dei piccoli e dei poveri e realizza là, dove la docilità si spalanca ad accogliere l’azione del suo...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi