Tornare a vincere

da | 4 Mag 2020 | Film

Tornare a vincere

da | 4 Mag 2020 | Film

Un ex talento del basket, solo e alcolizzato, riceve la chiamata della sua ex squadra che lo vuole come coach

 

Di Aldo Artosin

 

A metà anni ‘90, Jack Cunningham era un vero talento del basket universitario ed era riuscito a trascinare i Bishop Hayes ai play off. Passati gli anni, ritroviamo Jack adulto, alcolizzato e operaio in un cantiere edile. È separato dalla moglie, cui lo lega una tragedia difficilmente confessabile. Inaspettatamente, riceve la chiamata della sua ex squadra che, in difficoltà, lo vuole come coach. Occasione unica per provare a riprendere in mano la propria vita.

Quello che Gavin O’Connor realizza è un film senza fronzoli, equilibrato e non retorico. Tutto appoggiato sulle spalle larghe e sofferenti di Ben Affleck. La sua interpretazione di Jack convince, dopo una serie di prove non all’altezza. Sicuramente ha contribuito anche il fatto che, per certi versi, Tornare a vincere – uscito direttamente sulle principali piattaforme on demand – contiene molti rimandi autobiografici per Affleck, la cui vita e carriera sono state costellate da molti alti e vertiginosi bassi che hanno riguardato anche la sua dipendenza dall’alcol.

Forse anche per questo Affleck ha fortemente voluto prendere parte al film.

Nelle interviste l’attore ha dichiarato di aver trasposto nel personaggio quello che lui ha vissuto; i momenti in cui sembra di riuscire a tenere distante il demone del bere e quelli in cui ci sono inevitabili ricadute.

Nel film l’ancora di salvezza è lo sport come via di riscatto. Ecco, in questo il film di O’Connor – che aveva già lavorato proficuamente con Affleck in The Accountant – non apporta particolari novità anche se il rapporto di Jack con i ragazzi è uno degli elementi più coinvolgenti. I suoi inviti a giocare a tutto pressing, per sopperire alle lacune dell’organico, sono molto efficaci. Poco incisivo è invece il film quando scandaglia le drammatiche ragioni personali che hanno portato Cunningham a lasciarsi andare e che hanno decretato la fine del matrimonio. In questo si poteva lavorare meglio di sceneggiatura, dando più spessore alla figura della ex moglie (Janina Gavankar).

Ad ogni modo, Tornare a vincere si fa apprezzare e non mancano momenti di leggerezza, legati soprattutto alle partite e al comportamento del coach.

 

Fonte: sentieridelcinema

Chi è Charles de Focauld?

Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo santo. di Gelsomino Del Guercio   Chi era Charles de Foucauld, l’intellettuale francese che è stato dichiarato santo il 15 maggio 2022? Nel Concistoro Ordinario Pubblico del 3 maggio 2021, Papa Francesco ne aveva decretato...

Novena mondiale a Maria Ausiliatrice 2022

In preparazione alla Solennità di Maria Ausiliatrice, che si celebra il 24 maggio 2022, la Famiglia Salesiana è unita nella preghiera della Novena Mondiale, dal 15 al 23 maggio 2022.   La Novena di quest’anno è affidata dal Rettor Maggiore dei Salesiani di Don...

Don Bosco e la realtà digitale e virtuale #6

Don Bosco, un maestro dell’interattività! ‘Interattività’ è una parola chiave nella comunicazione digitale e virtuale!  Una parola relativamente nuova! Una parola forte! Una parola che ha cambiato le nostre relazioni! Da un bambino che gioca ad una persona anziana che...

Un figlio

Settembre 2011: in una Tunisia post primavera araba (la Rivoluzione dei Gelsomini finì nel gennaio 2011), una famiglia tunisina benestante resta coinvolta in una sparatoria durante la quale viene ferito gravemente il figlio. A seguito della necessità di un trapianto...

Maria Domenica Mazzarello animatrice di comunità

“Amata e chiamata”: radicata in questa verità sulla persona umana, Madre Mazzarello ha saputo incarnarla nel vissuto di ogni giorno, imparando a corrispondere al dono d’amore di Dio facendosi dono sincero di sé alle sorelle e alle giovani. Scrive Giovanni Paolo II...

150° FMA: nella Chiesa con i giovani

150 anni fa, a Mornese, nasce la prima Comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Il nostro grazie va innanzitutto a Dio, che sempre agisce nella storia con la logica dei piccoli e dei poveri e realizza là, dove la docilità si spalanca ad accogliere l’azione del suo...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi