Linee Educativo – Pastorali

Abitare l’incontro per generare alla vita

Linee Educativo – Pastorali
Ispettoria Lombarda “Sacra Famiglia”

«Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena (Gv 15,11): ecco il progetto di Dio per gli uomini e le donne di ogni tempo e dunque anche per tutti i giovani e le giovani del III millennio, nessuno escluso. Annunciare la gioia del Vangelo è la missione che il Signore ha affidato alla sua Chiesa» .

È una coincidenza speciale dello Spirito Santo scrivere la presentazione alle presenti Linee educativo-pastorali a pochi giorni dall’edizione del Documento preparatorio al prossimo Sinodo dei Vescovi indetto da Papa Francesco sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.

È per contribuire a realizzare il “progetto di Dio per gli uomini e le donne” di oggi e di domani che noi Figlie di Maria Ausiliatrice della Lombardia e della Svizzera affidiamo ora le Linee Educativo Pastorali ad ogni sorella, ai singoli operatori pastorali e a tutte e comunità educanti locali.

Tali Linee hanno una storia di riflessione e di riferimento molto importante
➢ affondano le radici nelle Linee Orientative della Missione Educativa delle FMA , le quali contengono i punti chiave della nostra missione e sono state pensate per dare un nuovo impulso all’impegno educativo delle Comunità Educanti;
➢ assumono i Criteri operativi per le Ispettorie d’Italia che sono il frutto dell’operazione di studio e di ricerca per inculturare le Linee stesse (LOME) e dire la passione per l’educazione ai giovani e alle Comunità educanti in Italia in un tempo di emergenza educativa.

Il testo Abitare l’incontro per generare alla vita, che ora abbiamo tra mano, risultato di un processo di riflessione, di ricerca condivisa e dialogo nell’ambito Educativo-Pastorale e con il consiglio ispettoriale, è la traduzione ispettoriale dei due documenti suddetti e identifica l’azione pastorale delle FMA in Lombardia e Svizzera.

Il presupposto indispensabile è la narrazione del vissuto in quella che è la missione educativa nelle nostre Comunità Educanti, partendo dalle povertà che ci interpellano, dalle sfide che diventano opportunità in linea con l’esortazione Evangelii Gaudium, sviluppando poi una rilettura del Sistema Preventivo nel contesto odierno. Alla base della nostra azione pastorale è ben evidenziato lo stile che si fonda nel criterio dell’incarnazione e che diviene testimonianza, prossimità ed essenzialità.

Nella parte centrale, sono presentate, in linea con il Capitolo Generale XXIII, le scelte prioritarie e modalità d’azione per l’animazione educativo-pastorale dell’ispettoria: la formazione per la missione, la corresponsabilità, il coordinamento per la comunione, il protagonismo giovanile in un’ottica di corresponsabilità.

Nella terza parte troviamo gli ambienti educativi in cui operiamo in Lombardia e Svizzera: sono i luoghi nei quali si traducono operativamente le presenti Linee e si realizza insieme, nella corresponsabilità, la missione educativa.

Degni di nota sono i due allegati: le prospettive pedagogiche di riferimento riprese dalle Linee Orientative per la Missione Educativa delle FMA e i criteri a partire dalle prospettive stesse: è una scelta fondamentale che contribuisce a riconoscere in modo esplicito ed unitario il quadro di riferimento teologico, antropologico e pedagogico delle LOME.

Le Linee Educativo-Pastorali “Abitare l’incontro per generare alla vita” sono un testo che continua online con sette parole ispiratrici, trasversali e soprattutto orientate al rinnovamento della nostra missione educativa ed evangelizzatrice: si tratta di parole di profonda natura carismatica salesiana attinte dal cuore della tradizione ed anche dal cammino più attuale dell’Istituto, parole che indicano l’oggi della Chiesa che vuole “recuperare la freschezza originale del Vangelo” e parole della cultura contemporanea. Queste sette parole continueranno ad evolvere, ad essere approfondite e completate con l’esperienza, il pensiero e gli scritti sempre più aggiornati e recenti e tutti vi potremo accedere connettendoci nel mondo dell’web. È anche questa una chiara indicazione di conversione della nostra pastorale, che ha bisogno di sviluppare una cultura adeguata anche ai nuovi linguaggi.

A tutti il ringraziamento sincero per l’apporto competente e appassionato offerto per la redazione delle Linee, unito all’augurio di rendere realtà il sogno di essere Comunità Educanti che avviano processi più che occupare spazi e accompagnano i giovani all’incontro con Gesù attraverso una pedagogia d’ambiente radicata nel Sistema Preventivo.

Suor Maria Teresa Cocco
Ispettrice Milano,
31 gennaio 2017

Documento Linee Educativo – Pastorali

Un nuovo modello di Parrocchia

La paura del contagio frena l’affluenza nelle chiese. Lenza (psicologa): “Passare a un modello di parrocchia che va verso i fedeli”   Di Serena Rubini   Contro la paura serve pensare a nuovo modello di parrocchia, aiutare gli altri e rispettare i propri...

Bud, un gigante per papà

La figlia di Bud Spencer: ho avuto un padre dal cuore smisurato   Di Annalisa Teggi   Calzava il numero 47 ai piedi, Bud Spencer «in arte Carlo Persoli» (così disse lui ridendo alla consegna del David di Donatello). Quel numero di piede così grande dice...

Sognate e fate sognare

“Sognate e fate sognare” - Papa Francesco ai Salesiani Poveri giovani, se oltre a tutto quello che subiscono oggi, uccidiamo o calpestiamo anche i loro sogni e il loro desiderio di fare qualcosa di grande e bello con la vita.   Di don Angel Fernandez Artime  ...

La famiglia non basta a se stessa

di Luigi Ballerini   «Noi genitori non bastiamo ai nostri figli. Con il lockdown siamo stati costretti a ricordare che la famiglia non è un clan e nemmeno un rifugio, che non basta a se stessa, ma che rappresenta il punto di lancio verso tutti gli incontri...

Teatro sull’Apecar

Giacomo Poretti: il cuore del paese riparte da un matto sull’Apecar Di Annalisa Teggi L‘amatissimo attore milanese ha fatto quattro chiacchiere con noi per raccontare il suo debutto di domani con un monologo teatrale a bordo di un’Apecar. Dopo il lockdown la gente si...

I cuori ribelli del 1914

Così un liceo riporta in vita i cuori ribelli del 1914 Di Flavio Zeni 45 liceali hanno ricostruito la storia di 27 minori ritenuti “irrecuperabili” ai tempi della Grande guerra. Ne è nato un libro   Un libro che racconta le storie di 27 minori ritenuti...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi