Harambée 2014: chiesa in uscita

da | 30 Set 2014 | La buona parola

Ottobre missionario 2014

Come ai tempi di don Bosco, è iniziato giorni fa a Torino, nella basilica di Maria Ausiliatrice, il mese missionario salesiano :una trentina di giovani hanno consegnato la disponibilità ad andare nel mondo per portare la bella notizia del Vangelo ai più poveri.

Harambée è una parola swaili che significa festa, incontro gioioso. L’Animazione Missionaria Salesiana non poteva scegliere nome migliore per l’incontro realizzato nei giorni scorsi a Valdocco (Torino) per oltre 300 giovani dell’Italia e dell’Europa Salesiana e per i missionari della 145’ Spedizione..

I missionari sono partiti dal, Centro mondiale della salesianità per andare in tutto il mondo, mentre i giovani venuti da tutta Italia ed Europa hanno condiviso il racconto dell’esperienza avuta nei mesi estivi nelle missioni salesiane dei Paesi più poveri del mondo e nelle periferie italiane più degradate.

Nella messa d’invio della 145° Spedizione, il Rettor Maggiore dei salesiani ha consegnato il mandato a 12 missionari, ad alcune Figlie di Maria Ausiliatrice e ad altri volontari laici .

Dai tempi di Don Bosco fino ad oggi, circa 11.500 Salesiani, 3.500 Figlie di Maria Ausiliatrice ed alcune centinaia di volontari missionari hanno ricevuto, a Torino-Valdocco, il crocifisso missionario. Circa 2000 altri Salesiani, inoltre, sono stati inviati nei territori missionari direttamente dalle loro Ispettorie.

L’Harambé, dunque, è davvero Chiesa in uscita come la desidera Papa Francesco

5^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni

5^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni il precursore – Anno A 27 settembre 2020 Vangelo di Matteo 22, 34-40 Commento di suor Daniela Tognoni, FMA   L’imperativo dell’amore percorre come un filo rosso le letture di questa V domenica dopo il Martirio di S....

26^ Domenica del Tempo Ordinario

26^ Domenica del tempo ordinario - Anno A 27 settembre 2020 Vangelo di Matteo 21, 28-31 Commento di suor Rita Fallea, FMA   Un uomo aveva due figli… Sono due i modi in cui possiamo rispondere a Dio: con il sì, oppure con il no. La parabola che abbiamo ascoltato...

La terra va contemplata e protetta

Francesco prosegue il ciclo di catechesi nel periodo di pandemia riaffermando che “chi vive per sfruttare la natura, finisce per sfruttare la gente”, mentre compito di tutti è custodire il creato “per dare un futuro alle nuove generazioni” Di Adriana Masotti  ...

Le FMA vicine al popolo libanese

Le FMA e le Comunità Educanti dell’Ispettoria del Medio Oriente (MOR) sono vicine alla popolazione libanese colpita dalle esplosioni al porto di Beirut.   (Libano). Il 4 agosto 2020 la zona portuale di Beirut è stata colpita da più esplosioni che hanno distrutto...

C’è un filo sottile che ci salva nel marasma

Di Gianfranco Lauretano Siamo ripartiti. Mancano tante cose, ma il virus non ha spezzato quel filo sottile e indistruttibile dell’amore alla scuola e ai nostri alunni e colleghi.   Il primo giorno di scuola, lo sappiamo tutti, è un classico della letteratura e...

La bellezza che ci appartiene

“Io credo che la grammatica di una vita spirituale viva consista nell’imparare l’attenzione”. La bellezza del creato esiste nel momento in cui sappiamo guardarla con occhi attenti, curiosi, vivi: è il cuore del messaggio che ci affida il cardinale portoghese, grande...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi