Le tasche piene di sassi | Jovanotti

da | 30 Mag 2017 | Musica

L’album “Ora” di Lorenzo Cherubini (in arte Jovanotti) nasce in un periodo difficile per la scomparsa della mamma Viola cui è dedicato l’intero album e, in particolare, “Le tasche piene di sassi”: un brano molto morbido, con un pianoforte che lentamente sorregge la voce, una ballade intima e avvolgente.

Con questo brano Jovanotti ha vinto il premio Mogol per il miglior testo pubblicato nel 2010.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

È il ricordo di un uomo che si rivede bambino davanti alla scuola in attesa della mamma che non potrà più venire a prenderlo, con le sue tasche piene di sassi e il cuore pieno di smarrimento.
È una canzone di sentimenti, un intenso ricordo della madre che non c’è più.

Sono solo stasera senza di te, mi hai lasciato da solo davanti al cielo”
per tutti noi la figura della mamma è sempre presente, è un punto di riferimento, e quando viene a mancare porta ad un grande senso di vuoto.
Il legame tra madre e figlio è il più forte in natura.
Avere una mamma significa conoscere le nostre origini, sentirsi amati e protetti da un amore che ci accompagna sempre in tutti i momenti della vita.

“Mi riconosci ho le tasche piene di sassi, la faccia piena di schiaffi, il cuore pieno di battiti e gli occhi pieni di te”
sono pennellate che dipingono, come in un quadro naif, l’infanzia di Jovanotti, e dove anche noi ci possiamo rispecchiare.

Le tasche piene di sassi: è l’aspetto giocoso dei bimbi, che si riempiono le tasche di sassi come fossero un tesoro inestimabile!

La faccia piena di schiaffi: sono le “correzioni educative” che tutti abbiamo ricevuto da piccoli quando abbiamo commesso una marachella.

Il cuore pieno di battiti è l’emozione di un bimbo che vede la mamma all’uscita dalla scuola che è venuta a prenderlo.

Gli occhi pieni di te: è l’espressione più bella!
Quello con la mamma è un legame molto intimo, è nel nostro DNA, traspira da tutti i pori e anche dal nostro sguardo. Un bambino cerca sempre con lo sguardo la mamma per trovare sicurezza, affetto e protezione. Crescendo questo legame si modifica ma rimane sempre forte dentro di noi, al punto che quando stiamo male la prima persona che cerchiamo è sempre la mamma, è il nostro angelo custode.

4^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni

20 settembre 2020 – Anno A VANGELO di Giovanni 6, 24-35 Commento di suor Chiara Papaleo, FMA   Il clima di questa pagina di Vangelo sembra quasi fare da eco a quella della Samaritana, con la differenza che al capitolo IV era messa a tema l’acqua e la sete insita...

25^ Domenica del Tempo Ordinario

20 settembre 2020 – Anno A Vangelo di Matteo, 20, 1-16 Commento di suor Susanna Anzini, FMA   Questa domenica, nel vangelo, Gesù ci racconta una parabola che ad una prima lettura ci può sembrare un po’ strana, ma che ci aiuta ad uscire dalla nostra logica ed...

Riparte la scuola… e anche il doposcuola

A marzo improvvisamente il doposcuola a Gallarate che abbiamo gestito per tre anni ha improvvisamente chiuso. Se nel nostro spazio di intervento individuale a “Parole Insieme”, abbiamo trovato una mediazione, grazie ai canali digitali, lo spazio quotidiano che avevamo...

Rimettiamo la relazione al centro

A ragionare sulle responsabilità degli adulti (genitori, insegnanti, istituzioni, scuola, associazioni) sono stati chiamati Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, Chiara Giaccardi, professoressa di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università...

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi