Terremoto in Nepal: FMA e Salesiani già impegnati nei soccorsi

Una comunità di FMA vive dal 2007 a Kathmandu, la capitale devastata dal sisma.
I Salesiani sono presenti sia nella capitale sia in altri luoghi.
Le Sorelle dell’ispettoria di Calcutta a cui la comunità del Nepal appartiene, sono riuscite a mettersi in contatto con loro e assicurano che le Suore e i Salesiani stanno tutti bene pur risentendo dello shock e della paura.

Il 25 aprile un terremoto terribile di 7.9 gradi ha devastato la parte centrale del Nepal. Le repliche più o meno forti sono continuate nella giornata e nella notte con nuove scosse, una ancora forte di 6.9 gradi.

Il territorio di questo piccolo paese è prevalentemente montuoso: le vette più alte del mondo si trovano qui!
L’Everest (oltre gli 8800 mt) e il Kanchenjunga (quasi 8600 mt) ne sono un esempio.
Ben 8 montagne si elevano oltre gli 8000 metri! Lo Stato é densamente popolato con 27 milioni di abitanti di cui la metà sono bambini, ed è anche estremamente povero. Il terremoto al di là delle vittime e dei feriti che aumentano di ora in ora, lascia senza casa famiglie intere, che devono affrontare un clima molto rude con piogge imminenti.

Solo qualche muro è crollato ma non hanno subito danni irreparabili.
Come tutta la gente, per ordine del Governo non possono rientrare in casa e si riparano in tende all’esterno.
Intanto cercano di portare aiuto e conforto alla popolazione così provata.

L’economato generale si sta organizzando per poter convogliare aiuti finanziari tramite le nostre Sorelle e Fratelli dell’Ispettoria di Calcutta.

Se qualche comunità volesse contribuire a questa raccolta fondi, li può indirizzare all’Economato generale.
I fondi saranno trasmessi tempestivamente alle Sorelle in Nepal per partecipare all’emergenza che si è creata in questo paese e essere di sostegno a chi in questo momento ha più bisogno.

http://www.cgfmanet.org/info/_4_.asp?lingua=1&sez=4&sotSez=1&detSotSez=1&Doc=1521

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi