Senza libertà non ci sarà una buona scuola

da | 21 Lug 2015 | Giovani

Il Sistema Scolastico di istruzione e formazione integrati e la Parità scolastica

Vi proponiamo un interessante approfondimento, “Il Sistema Scolastico di istruzione e formazione integrati e la Parità scolastica”, in cui l’autrice, Anna Monia Alfieri – Docente presso la Divisione Non profit e Impresa sociale di ALTIS, Presidente Fidae Lombardia e Responsabile Ufficio Scuola Usmi Lombardia – sintetizza tutto il sistema scolastico italiano.

Buona scuola e libertà di educazione: due pilastri della democrazia per cui l’Italia, nel 1948, era considerata “l’avanguardia dell’Europa”.

Un primato che, nel corso del tempo, abbiamo ceduto ad altri fino a ritrovarci ad essere, con la Grecia, uno dei fanalini di coda dell’intera macchina comunitaria. Dal Dopoguerra ad oggi, tutti i Paesi europei hanno marciato spediti verso un sistema scolastico che garantisce in modo sostanziale la libertà d’insegnamento, il diritto di libera scelta educativa ed un adeguato monitoraggio della qualità formativa offerta da ogni istituto. È stata una lunga marcia che ha condotto l’Europarlamento ad approvare, nel 1984, e ribadire, nel 2012, il principio secondo cui non esiste “buona scuola” senza una effettiva libertà di educazione.

E l’Italia?

Si è fermata al “riconoscimento” di tali diritti, sancito dai nostri Padri Costituenti negli articoli 3, 30 e 33.
Dopo 64 anni di storia repubblicana, i citati articoli rimangono belle parole scritte sulla Carta costituzionale, come alcune delle tante belle intenzioni di cui è lastricata la Penisola. Non diciamo l’inferno. Sebbene la legge 62/2000 affermi e riconosca con cristallina chiarezza che le Scuole Pubbliche, in Italia, sono Paritarie e Statali, appare ancora lunga la strada verso il passaggio dal riconoscimento alla effettiva garanzia dei diritti in materia di libertà di educazione in una pluralità di offerta formativa.
Ad oggi, il sistema scolastico italiano avrebbe bisogno di una “rivoluzione copernicana” che collochi al centro dell’universo-scuola, non più lo Stato, ma bensì la Persona.

Una rivoluzione che può avvenire solo con l’introduzione di un “costo standard” per studente e di un sistema di valutazione della qualità formativa di istituti e docenti, che premi il merito. Simili strumenti sono già previsti sotto forma di proposte, presentate sul tavolo dell’ambizioso progetto “La Buona Scuola” dell’attuale governo Renzi. Così, dopo decenni di immobilismo, il momento sembra propizio perché l’Italia torni ad occupare il posto che le compete tra le democrazie occidentali.
Che non deve aver niente a che fare con lo squallido BBB- di Standard & Poor’s.

Il lettore certamente converrà che la faccenda è seria. “Ne va la vita” direbbe don Abbondio. Ebbene, sia la “conoscenza” il campo del confronto; sul resto ci sentiremo un’altra volta.

La sfida del sapere: si presentano 140 slides, 60 anni di storia, sfidando la comunicazione rapida che con gli slogan alimenta l’ideologia.

Scarica il PDF: Sistema scolastico

Sistema-scolastico-11

Quel cuore umano capace di azioni straordinarie

don Angel Fernandez Artime   «Salesiano è sinonimo di vivere per gli altri. È così che li conosciamo qui. È così che sono. È così che vivono». Miei fedeli amici, lettori del Bollettino Salesiano, vi scrivo con il cuore emozionato da ciò che ho vissuto durante la...

Etica digitale

di Giada Aquilino   Parole scelte con cura, considerando sempre che hanno conseguenze e senza dimenticare che i social media sono luoghi virtuali, ma che le persone che vi si incontrano sono reali. Alla luce di tale riflessione Cube Radio, l’emittente accademica...

Quaresima. Un viaggio di ritorno a Dio

Papa Francesco celebra la Santa Messa con Rito di benedizione e imposizione delle Ceneri all’Altare della Cattedra della Basilica di San Pietro. Una messa mattutina, pochi fedeli, distanziamento sociale e nuove regole per l'imposizione delle Ceneri a causa...

Senza mezzi termini… Ma con speranza

di Andrea Miccichè   Un capitolo scritto senza mezzi termini, una diagnosi implacabile, una certificazione del disastro: le considerazioni dell’enciclica Fratelli tutti, che vanno sotto il titolo Le ombre di un mondo chiuso non lasciano dubbi sulla gravità della...

Il potere della musica

Di Riccardo Deponti   La musica è note, melodie, a volte parole. Ma soprattutto emozioni. Ma non solo. C'è qualcosa che non mi riesco a spiegare. Qualcosa di misterioso, forte, unico. L'altra sera, finito la cena, stavamo parlando a tavola quando mio papà ci ha...

La catastrofe educativa

Di Sara De Carli   «Assistiamo a una sorta di “catastrofe educativa”, davanti alla quale non si può rimanere inerti, per il bene delle future generazioni e dell’intera società», ha detto il Papa agli ambasciatori. Il commento di Ivo Lizzola: «Educare è un...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi