Per una scuola inclusiva

Per una scuola inclusiva: per tutti e per ognuno

Roma (Italia). Si è svolta il 22 ottobre a Roma la IX Giornata Pedagogica della Scuola cattolica dal titolo “ Per una scuola inclusiva: per tutti e per ognuno”, organizzata dal Centro Studi Scuola Cattolica della Conferenza Episcopale Italiana (CEI), alla quale hanno partecipato alcune FMA, docenti e studentesse della facoltà Auxilium, del Centro nazionale di Pastorale giovanile, CIOFS Scuola e Formazione professionale, e dell’Ambito per la Pastorale giovanile.

Il prof. Ernesto Diaco, direttore dell’Ufficio nazionale Educazione Scuola Università della CEI ha introdotto i lavori, in seguito illuminati dalle ricche relazioni del prof. Dario Ianes dell’università di Bolzano (“Dal sostegno alla scuola inclusiva: sei strategie fondamentali”) e della prof.ssa Marisa Pavone, dell’università di Torino su “Traiettorie legislative, progettuali e didattiche tra personalizzazione e organizzazione di contesti accoglienti”. I due relatori hanno posto in evidenza la bellezza di una scuola come luogo di dialogo, di rispetto, di pluralità e flessibilità, dove la diversità è la normale condizione dell’aula e della scuola. È stato sottolineato che dall’integrazione, che può intendersi come assorbimento all’interno di un contesto già strutturato, occorre passare all’azione educativa di inclusione, che contiene in sé anche un significato di accoglienza e apertura incondizionata all’altro.

Il ‘dirigersi verso scuole inclusive’ è un orizzonte in movimento, un processo senza fine con alcuni punti di riferimento chiari (didattica universale ed equità) che, dai principi, muove alla pratica inclusiva: una scuola in cui ognuno può sentirsi a casa e può trovare risposta alle proprie specifiche esigenze di educazione e di istruzione attraverso un progetto personale di apprendimento.
Per la scuola cattolica l’accoglienza è da sempre un fattore costitutivo, che nel caso delle varie forme di disabilità fisica, psichica, relazionale e di differenziazione nell’appartenenza etnica e culturale, linguistica e religiosa, richiede specifiche competenze tecniche accanto alla cura e all’attenzione educativa per chi è più debole, chi vive situazioni di difficoltà e fa più fatica ad affrontare l’impegno scolastico, l’apprendimento e la vita.

Nel corso della Giornata Pedagogica è stato presentato il XVIII Rapporto del Centro Studi per la Scuola Cattolica, “A scuola nessuno è straniero”, dedicato al tema del dialogo interculturale, fenomeno che da diversi anni interpella tutto il mondo della scuola italiana.
Anche le scuole cattoliche sono coinvolte in questa sfida educativa e culturale e il Rapporto può favorire una riflessione ampia e sistematica, che potrà sostenere scelte educative e didattiche sempre più incisive e audaci, così come le “Buone pratiche” di inclusione in scuole cattoliche che sono state presentate e discusse nel pomeriggio, che hanno incoraggiato i presenti a sperimentare.
Le scuole cattoliche, radicate nei diversi carismi educativi e nate per accogliere prima di tutto i più bisognosi, possono fare della diversità una crescita educativa, ottenendo traguardi di eccellenza educativa e sociale grazie all’impegno e alla passione di comunità educanti che sono convinte che la coerenza ai principi carismatici sia la migliore assicurazione per una scuola che non vuole fare la differenza.

Fonte: cgfmanet.org

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi