Ciò che non si trova su Google

da | 7 Feb 2017 | Genitori

La filosofia può insegnare ai ragazzi ciò che non si trova su Google

L’Irlanda sta pensando di introdurre la filosofia tra le materie scolastiche già dalle elementari. Per offrire ai ragazzi gli strumenti per un pensiero critico che guardi (anche) al futuro del lavoro

Aalcuni economisti della Oxford University, nel 2013, fecero una previsione: entro i prossimi venti anni più della metà dei lavori saranno sostituiti dalla tecnologia. Non solo fabbriche e catene di montaggio, ma anche uffici, redazioni e altri impieghi da “colletti bianchi”. I robot stanno sconvolgendo il mondo del lavoro e rappresentano ormai una realtà di cui le economie dei Paesi industrializzati devono tenere conto. Diventa allora fondamentale ripensare la formazione, immaginare modi nuovi di educare le nuove generazioni. Cosa insegnare ai ragazzi per dargli una possibilità di trovare un lavoro? Una risposta potrebbe arrivare dalla filosofia.

La svolta di Michael Higgins.

Il presidente irlandese Michael Higgins ha introdotto la filosofia tra le materie insegnate nelle scuole del suo Paese.

«L’insegnamento della filosofia – ha spiegato – è uno degli strumenti più potenti che abbiamo a nostra disposizione per far imparare ai ragazzi come comportarsi in maniera libera e responsabile in un mondo che è sempre più complesso, interconnesso e incerto».

I lavoratori di domani dovranno essere capaci di spaziare su più campi, di mettere insieme diverse materie e competenze, insomma di essere pronti a dare una risposta a quelle domande che non si possono fare a Google. Quali sono le ramificazioni etiche dell’automazione delle macchine? E le conseguenze politiche di una disoccupazione di massa? Come distribuire la ricchezza in una società digitalizzata? Questioni di questo tipo possono essere affrontate solo se si possiedono gli strumenti intellettivi per ragionare su certi temi.

L’iniziativa arriva dopo che nel 2013 lo stesso Higgins, nel mezzo della crisi economica che ha colpito anche l’Irlanda, ha avviato un dibattito nel Paese per capire come affrontare il problema della perdita di posti di lavoro e dei cambiamenti in atto nella società. Dallo scorso settembre i ragazzi tra i 12 e i 16 anni sono dunque chiamati a interrogarsi su questioni che fino a quel momento erano considerate “inutili” ai fini del proprio curriculum. Intanto si sta già pensando di introdurre la filosofia tra le materie insegnate alle scuole elementari. Una svolta fortemente voluta da Higgins e da sua moglie Sabina, laureata proprio in filosofia. Non porterà indietro i posti di lavoro, non curerà i mali presenti o futuri del mondo. Ma la filosofia può fornire gli strumenti per affrontare le sfide del nostro tempo. E non è una cosa da poco.

Testi tratti da: Lorenzo Grighi – Ischool (startupitalia)

Quaresima. Un viaggio di ritorno a Dio

Papa Francesco celebra la Santa Messa con Rito di benedizione e imposizione delle Ceneri all’Altare della Cattedra della Basilica di San Pietro. Una messa mattutina, pochi fedeli, distanziamento sociale e nuove regole per l'imposizione delle Ceneri a causa...

1^ Domenica di Quaresima – Anno B

1^ Domenica di Quaresima – Anno B 21 febbraio 2021 Vangelo di Matteo 4,1-11 Commento di suor Beatrice Schullern, FMA   “In questo tempo di Quaresima, accogliere e vivere la Verità manifestatasi in Cristo significa prima di tutto lasciarci raggiungere dalla Parola...

1^ Domenica di Quaresima – Anno B

1^ Domenica di Quaresima – Anno B 21 febbraio 2021 Vangelo di Marco 1,12-15 Commento di suor Silvia Testa, FMA   L’evangelista Marco, nei suoi pochi versetti che descrivono la pericope delle “tentazioni”, ci regala, attraverso alcuni verbi suggestivi, un...

Senza mezzi termini… Ma con speranza

di Andrea Miccichè   Un capitolo scritto senza mezzi termini, una diagnosi implacabile, una certificazione del disastro: le considerazioni dell’enciclica Fratelli tutti, che vanno sotto il titolo Le ombre di un mondo chiuso non lasciano dubbi sulla gravità della...

Il potere della musica

Di Riccardo Deponti   La musica è note, melodie, a volte parole. Ma soprattutto emozioni. Ma non solo. C'è qualcosa che non mi riesco a spiegare. Qualcosa di misterioso, forte, unico. L'altra sera, finito la cena, stavamo parlando a tavola quando mio papà ci ha...

La catastrofe educativa

Di Sara De Carli   «Assistiamo a una sorta di “catastrofe educativa”, davanti alla quale non si può rimanere inerti, per il bene delle future generazioni e dell’intera società», ha detto il Papa agli ambasciatori. Il commento di Ivo Lizzola: «Educare è un...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi