Famiglia e Riconciliazione

“Nella famiglia tutti hanno diritto al perdono e tutti hanno la facoltà di perdonare per costruire la famiglia e per ricostruirla”.

“Tutti abbiamo diritto al perdono”.

Una delle frasi che andrebbero scolpite a caratteri cubitali è quella riportata nella Strenna per il 2017: “tutti abbiamo diritto al perdono” perché il perdono è la via per la felicità e la vera pace.

È vero che nella vita tutti abbiamo subito qualche offesa e certamente anche ne abbiamo recata qualcuna e non sempre abbiamo dato, né ricevuto il perdono. In tal caso possono passare anche molti anni, ma si continua a vivere in un clima di aria “rarefatta”, che assume il nome di risentimento, odio, rabbia. Quando l’offesa è all’interno della famiglia e non c’è perdono, la famiglia diventa un inferno.

Non c’è dubbio che il problema di molte famiglie deriva da “risentimento e difficoltà di perdonare”. E cosa possiamo fare di fronte a questa dolorosa situazione? Papa Francesco ha detto questo alle famiglie: “guarire subito le ferite che ci facciamo, ritessere immediatamente i fili che rompiamo nella famiglia. Se aspettiamo troppo, tutto diventa più difficile. E c’è un segreto semplice per guarire le ferite e per sciogliere le accuse. È questo: non lasciar finire la giornata senza chiedersi scusa… E per questo non è necessario farsi un grande discorso, ma è sufficiente una carezza: una carezza ed è finito tutto e rincomincia”.

Il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, nella Strenna per il 2017 ha detto che le famiglie devono “imparare ad essere famiglia attraverso errori, che richiedono umiltà e comprensione, perdono e misericordia”.

“Il perdono è di vitale importanza per la nostra salute emotiva e la sopravvivenza spirituale – ha scritto C. Vargas –. Senza perdono la famiglia diviene teatro di conflitti e una roccaforte di offese. Senza il perdono la famiglia si ammala”. Per questo l’affermazione del Rettor Maggiore è fondamentale: “Tutti hanno diritto al perdono e tutti hanno facoltà di perdonare per costruire la famiglia e ricostruirsi”.

Ma quali sono i passi da intraprendere per perdonare e così “ricostruire le famiglie”?: “preparare le famiglie ad avere la capacità di perdonare”; “proporre il perdono reciproco come nuovo inizio”; “saper vivere insieme, comprendere, scusare e perdonare”; ma soprattutto “abbiamo bisogno di sentire l’abbraccio dell’amore incondizionato di Dio … che ama senza limiti” ha sottolineato il Rettor Maggiore.

San Giovanni Paolo Magno

Le familiari conversazioni, da giugno 2019 a gennaio 2020, tra Papa Francesco e il teologo e scrittore don Luigi Maria Epicoco sono diventate un libro: SAN GIOVANNI PAOLO MAGNO. Sulla copertina c’è una bellissima fotografia di Giovanni Paolo II che abbraccia l’allora...

2^ Domenica di Quaresima – Anno B

2^ Domenica di Quaresima – Anno B 28 febbraio 2021 Vangelo di Giovanni 4,5-42 Commento di Suor Graziella Curti   Ascoltando il Vangelo di oggi si direbbe che Giovanni sia anche un po’ un regista cinematografico. Prima di giungere al messaggio centrale...

2^ Domenica di Quaresima – Anno B

2^ Domenica di Quaresima – Anno B 28 febbraio 2021 Vangelo di Marco 9,2-10 Commento di suor Gemma Paganini, FMA     Il Vangelo di questa domenica seconda di Quaresima ci presenta uno di quei passaggi davanti al quale ci sarebbe solo una cosa da fare: entrare con...

Convegno Vides 2021

Un appuntamento formativo prezioso per tutti: il convegno Vides Lombardia di sabato 13 marzo. Metteremo a fuoco il tema della “conversione ecologica” tanto auspicata da Papa Francesco e messa in risalto nell'Enciclica “Laudato si'”. Interverranno relatori...

Nel profondo, immersioni dantesche

UFO e associazione Flangini celebrano il settimo centenario della morte di Dante Alighieri con una proposta per le scuole superiori. L’evento si svolgerà a partire da marzo 2021, comprenderà tre incontri con altrettanti scrittori, il debutto di uno spettacolo e una...

Quel cuore umano capace di azioni straordinarie

don Angel Fernandez Artime   «Salesiano è sinonimo di vivere per gli altri. È così che li conosciamo qui. È così che sono. È così che vivono». Miei fedeli amici, lettori del Bollettino Salesiano, vi scrivo con il cuore emozionato da ciò che ho vissuto durante la...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi