Le otto montagne

da | 18 Apr 2017 | Libri

La lezione della Montagna

“Forse è vero, come sosteneva mia madre, che ognuno di noi ha una quota prediletta in montagna, un paesaggio che gli somiglia e dove si sente bene.”

Queste sono parole del protagonista del romanzo Le otto montagne di Paolo Cognetti (Einaudi 2016).

Lo si può leggere anche come un invito, perché se è vero che esiste una quota in montagna in cui imparare a vivere, con un paesaggio che assomiglia alla nostra persona e dove stiamo bene, allora significa che ciascuno di noi è spronato a cercare questa fondamentale quota. A molti sarà successo di arrivare in un determinato luogo in montagna, fare un ampio respiro e stare bene, lontani dall’ingordo consumo industriale; ebbene, occorre tenere nel cuore quei paesaggi e portarli con sé, ovunque.
Quasi inconsciamente sentiamo che oltre quella quota non potremmo mai stabilirci. Il paesaggio non ci rispecchia, mentre in quel posto preciso è quasi tutto prefetto. È vero, la montagna potrebbe presentare diverse insidie, tra cui varie calamità naturali, eppure essa, per molti, è inevitabile, una tappa fondamentale della propria vicinanza con la natura; un luogo dove sperimentare la fatica e trarne vantaggi.

Quello che sicuramente rimane dopo aver letto questo romanzo, sono le immagini descritte, un’atmosfera ancestrale e vitale, ma soprattutto un’indescrivibile desiderio della montagna e un’avvincente voglia di avere una casa almeno a 1800 metri.
Non importa dunque quanto tempo si impiegherà, non importa se la quota non pare essere nei programmi che erano stati stabiliti: in un modo o nell’altro scopriremo qual è la nostra quota ed il legame con essa sarà talmente forte e saldo che anche se dovessimo abitare lontano, lei ci seguirebbe ovunque e la natura avrà influito sulla nostra personalità.

di Nicolò Raimondi

fonte rivistanatura

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi