Rompere gli schemi

da | 11 Apr 2017 | La buona parola

Come vivere al meglio la Settimana Santa

di don Filippo Gorghetto

Quella che precede la domenica delle palme è, a livello di vangeli, una settimana di controversie.

Chi è questo che si crede Dio? La sua testimonianza non è vera! Questo bestemmia: dice di essere venuto da Dio!

Il nostro padre è Abramo, e questo dice che il nostro padre è Dio…È pazzo, lapidiamolo, perché crede di essere venuto prima di Abramo.

Ci si avvicina alla Pasqua, per Gesù all’unica Pasqua (la Sua!), per i suoi “avversari” all’annuale ricordo dell’uscita dei loro antenati dall’Egitto.
E mentre Gesù sta portando a compimento la storia, sta chiamando a raccolta l’uomo per dargli il modello, i sapienti tra i giudei fanno le pulci alle parole di Gesù, come stessero correggendo i punti e le virgole, lasciando perdere la sostanza di quello che si dice; si stanno concentrando su un dettaglio, dimenticando che il disegno è un po’ più grande, e che se ne apprezza la bellezza solo se lo si guarda tutto intero.

Tutto questo, perché Gesù è venuto a rompere. A rompere gli schemi.

Non gli schemi di una routine, che in base al carattere accettiamo più o meno.
Ma gli schemi del nostro rapporto con il Signore, gli schemi che tante volte ci portano a vedere Dio per convenienza, Lui di lá e io di qua, in modo che possa rompermi il meno possibile.

E quello che forse vuole indicarci non ė che schemi ha rotto e che magari noi dobbiamo seguire. No, questo ognuno lo capisce per la sua vita.
Gesù è venuto “semplicemente” a dirci che se non decidiamo ogni mattina di rompere gli schemi, ogni giornata sarà persa, sarà passata a guardare i punti e le virgole senza ricordarsi che forse c’è un testo da leggere o una storia da raccontare.
Perché quella giornata che ti vede sempre nello stesso posto, sempre con le stesse persone, non è una giornata noiosa, ma una giornata che dona, come tutte le altre, tante possibilità.
Perché quel ripetere sempre le stesse cose non è l’inutile e snervante ripetizione di un movimento, ma è l’infinita possibilità di mettere in quel “fare” un amore che è sempre nuovo e sempre rigenerante.

Accogliamo, all’inizio di questa settimana santa, l’invito di Gesù a rompere gli schemi, a non farci bastare quello che è stato il nostro cammino fino ad ora, ma a rinnovare il desiderio di metterci ancora una volta in gioco a partire dalla croce.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi