Cari adolescenti, semplicemente grazie

Cari adolescenti, semplicemente grazie

In queste settimane estive in parrocchia accade che migliaia di ragazzi trascorrano le loro giornate, dal mattino alla sera, prendendosi cura dei bambini, con gioia ed esuberanza. Non tutto andrà liscio, non tutti saranno all’altezza. Ma ci sono. E hanno «sete di fare» dentro le nostre comunità

Finisce la scuola e si aprono i cancelli di oratori e centri parrocchiali: è il tempo dell’oratorio feriale, o Grest, o campo estivo.

Per tutta la penisola si muovono all’ombra della comunità cristiana migliaia di bambini e migliaia di animatori, spesso adolescenti delle scuole superiori. Si tratta di un servizio prezioso che la Chiesa italiana offre alla collettività, soprattutto (ma non solo) a chi è maggiormente in difficoltà dal punto di vista economico e non può permettersi i soggiorni linguistici, o le giornate organizzate dalle amministrazioni comunali o da cooperative ed enti, che hanno proposte molto valide, ma spesso, giustamente, di maggior costo.

Il Grest è una porta aperta sulle fatiche delle famiglie che si trovano a dover gestire il tempo libero dalla scuola. Inutile illudersi che la scelta dei genitori sia dettata da motivazioni cristiane: lo sappiamo che non è così nella gran parte dei casi.

L’oratorio estivo è una finestra aperta sulla quotidianità delle famiglie: una Chiesa che offre un servizio buono a basso costo, dove trovano accoglienza bambini ed animatori di altre religioni, culture, etnie. Un arcobaleno di popoli.

Servizio prezioso, si diceva: ci sono gli educatori, a volte professionisti pagati dalla parrocchia, spesso adulti che dedicano le ore libere dal lavoro al corretto funzionamento dell’estate. Ci sono sacerdoti, religiosi, religiose, seminaristi. Tutti adulti che quasi sempre lavorano evangelicamente in pura perdita, dovendo anche “subire” le pretese di genitori esigenti su tutto, che non di rado vogliono servizi ottimi spendendo poco, genitori che sovente si mostrano solo da giugno a luglio.

E poi ci sono loro: quei tantissimi adolescenti che, per volontariato, si mettono a disposizione del Grest.
Con i loro difetti e i loro talenti, le loro capacità e i loro tentennamenti. Adolescenti che si divertono, ma si divertono servendo.

Questa è la vera grande esperienza formativa per tantissimi di loro dopo la scuola: un tempo donato, seguendo (più o meno fedelmente) la guida di qualche adulto. Adolescenti che avrebbero altro da fare oggi, quando le proposte non mancano: e infatti molti dei loro compagni di scuola magari stanno al parco, o in spiaggia, o altrove, tra un po’ di ozio e altre attività. Non che ci siano i più bravi e i meno bravi dentro o fuori il recinto ecclesiale: non è più tempo, fortunatamente, di queste sterili divisioni.

Però accade che migliaia di ragazzi trascorrano le loro giornate, dal mattino alla sera, prendendosi cura dei bambini, con gioia ed esuberanza.

Volete farvi passare un po’ di pessimismo per il futuro? Andate un pomeriggio in un oratorio ed osservate: non tutto andrà liscio, non tutti saranno all’altezza. Ma ci sono.

E fermiamoci a dire loro ‘grazie’ per questo esserci. Perché molti hanno sete di fare, e nelle comunità cristiane trovano, finalmente, in questi mesi, molto da fare, giocando ruoli da protagonisti.

Ci domanderemo dopo perché a settembre la maggior parte sparisce. Ma per ora, semplicemente, diciamo la nostra gratitudine a questi adolescenti, che sono capaci di servire divertendosi.

Grazie, per riconoscere che sono preziosi: senza di loro, non esisterebbe l’estate delle comunità cristiana.

Grazie, perché nonostante molti adulti che abitano le comunità, ci siete ancora.

Grazie, perché siete ancora in grado di coltivare fiducia.

Fonte: VinoNuovo | Sergio Di Benedetto

Quel cuore umano capace di azioni straordinarie

don Angel Fernandez Artime   «Salesiano è sinonimo di vivere per gli altri. È così che li conosciamo qui. È così che sono. È così che vivono». Miei fedeli amici, lettori del Bollettino Salesiano, vi scrivo con il cuore emozionato da ciò che ho vissuto durante la...

Etica digitale

di Giada Aquilino   Parole scelte con cura, considerando sempre che hanno conseguenze e senza dimenticare che i social media sono luoghi virtuali, ma che le persone che vi si incontrano sono reali. Alla luce di tale riflessione Cube Radio, l’emittente accademica...

Quaresima. Un viaggio di ritorno a Dio

Papa Francesco celebra la Santa Messa con Rito di benedizione e imposizione delle Ceneri all’Altare della Cattedra della Basilica di San Pietro. Una messa mattutina, pochi fedeli, distanziamento sociale e nuove regole per l'imposizione delle Ceneri a causa...

Senza mezzi termini… Ma con speranza

di Andrea Miccichè   Un capitolo scritto senza mezzi termini, una diagnosi implacabile, una certificazione del disastro: le considerazioni dell’enciclica Fratelli tutti, che vanno sotto il titolo Le ombre di un mondo chiuso non lasciano dubbi sulla gravità della...

Il potere della musica

Di Riccardo Deponti   La musica è note, melodie, a volte parole. Ma soprattutto emozioni. Ma non solo. C'è qualcosa che non mi riesco a spiegare. Qualcosa di misterioso, forte, unico. L'altra sera, finito la cena, stavamo parlando a tavola quando mio papà ci ha...

La catastrofe educativa

Di Sara De Carli   «Assistiamo a una sorta di “catastrofe educativa”, davanti alla quale non si può rimanere inerti, per il bene delle future generazioni e dell’intera società», ha detto il Papa agli ambasciatori. Il commento di Ivo Lizzola: «Educare è un...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi