La Strenna 2018 del Rettor Maggiore dei Salesiani

In clima di festa e di famiglia, nel pomeriggio del 27 dicembre 2017, il Rettor Maggiore dei Salesiani, Don Ángel Fernández Artime, ha presentato, nella Casa Generalizia delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), il messaggio della Strenna 2018 “Coltiviamo l’arte di ASCOLTARE e di ACCOMPAGNARE” con l’approfondimento del testo biblico “Signore, dammi di quest’acqua” (Gv 4,15).

La presentazione del Rettor Maggiore è preceduta dalla visione del video della Strenna. Don Ángel introduce il tema della Strenna 2018 affermando che è una scelta che tocca profondamente il “cuore salesiano” e dà rinnovato vigore alla missione che ogni giorno siamo chiamate ad assumere con gioia e speranza. La finalità della Strenna, precisa il Rettor Maggiore, “è metterci in piena sintonia con il cammino della Chiesa che si prepara a celebrare il grande evento della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal tema: I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. La Strenna puntualizza due aspetti di vitale importanza per la realtà mondiale e giovanile in cui siamo immerse e chiamate a servire: l’ascolto e l’accompagnamento.

L’icona evangelica della Samaritana che incontra Gesù illumina questi due aspetti e aiuta a penetrare il valore dell’incontro e dell’accompagnamento come strada che porta alla trasformazione della vita.

Sono tanti i giovani incontrati, sottolinea don Ángel, che hanno un cuore generoso e desiderano servire gli altri, aiutare, donarsi. Giovani che chiedono, a volte in modo esplicito altre volte in modo sotteso, l’aiuto per maturare o iniziare un cammino di fede.

Che cosa aspettiamo? Perché non ci decidiamo ad essere molto più disponibili ad accompagnare tutti i nostri giovani in ciò che è più importante per la loro vita? Che cosa ci frena? Perché “occuparci” o “spendere tempo” in altre cose quando questa è una vera priorità educativa e di evangelizzazione? Sono alcune delle domande che devono interpellarci e su cui bisogna fare una seria riflessione…

Al termine della presentazione Madre Yvonne Reungoat ringrazia il Rettor Maggiore per il dono della Strenna e invita a “decidersi a vivere un accompagnamento autentico con tutti i giovani e le giovani, affinché scoprano il progetto che da sempre Dio ha pensato per loro. L’accompagnamento è reciproco: lasciamoci anche noi accompagnare con apertura di cuore dalle giovani e dai giovani.

La Strenna è una guida sicura che ci prepara, come Famiglia salesiana, a celebrare l’evento del prossimo Sinodo in piena comunione con la Chiesa universale” e conclude con l’invito ad approfondire la Strenna e a farne oggetto di condivisione con i giovani, con la comunità educante, con le persone coinvolte nella missione di annunciare la Buona Notizia.

Fonte: www.cgfmanet.org

Quaresima. Un viaggio di ritorno a Dio

Papa Francesco celebra la Santa Messa con Rito di benedizione e imposizione delle Ceneri all’Altare della Cattedra della Basilica di San Pietro. Una messa mattutina, pochi fedeli, distanziamento sociale e nuove regole per l'imposizione delle Ceneri a causa...

1^ Domenica di Quaresima – Anno B

1^ Domenica di Quaresima – Anno B 21 febbraio 2021 Vangelo di Matteo 4,1-11 Commento di suor Beatrice Schullern, FMA   “In questo tempo di Quaresima, accogliere e vivere la Verità manifestatasi in Cristo significa prima di tutto lasciarci raggiungere dalla Parola...

1^ Domenica di Quaresima – Anno B

1^ Domenica di Quaresima – Anno B 21 febbraio 2021 Vangelo di Marco 1,12-15 Commento di suor Silvia Testa, FMA   L’evangelista Marco, nei suoi pochi versetti che descrivono la pericope delle “tentazioni”, ci regala, attraverso alcuni verbi suggestivi, un...

Senza mezzi termini… Ma con speranza

di Andrea Miccichè   Un capitolo scritto senza mezzi termini, una diagnosi implacabile, una certificazione del disastro: le considerazioni dell’enciclica Fratelli tutti, che vanno sotto il titolo Le ombre di un mondo chiuso non lasciano dubbi sulla gravità della...

Il potere della musica

Di Riccardo Deponti   La musica è note, melodie, a volte parole. Ma soprattutto emozioni. Ma non solo. C'è qualcosa che non mi riesco a spiegare. Qualcosa di misterioso, forte, unico. L'altra sera, finito la cena, stavamo parlando a tavola quando mio papà ci ha...

La catastrofe educativa

Di Sara De Carli   «Assistiamo a una sorta di “catastrofe educativa”, davanti alla quale non si può rimanere inerti, per il bene delle future generazioni e dell’intera società», ha detto il Papa agli ambasciatori. Il commento di Ivo Lizzola: «Educare è un...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi