ONU – Il contributo salesiano per i diritti umani

da | 18 Set 2018 | Giovani

L’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice è presente in 95 Paesi nei 5 continenti e come Istituto Internazionale Maria Ausiliatrice (IIMA) ha ottenuto lo statuto consultativo speciale dal Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite nel 2008.

Da quel momento in avanti, con suor Maria Grazia Caputo a capo dell’equipe, contribuisce al lavoro del Consiglio per i Diritti Umani e alla Revisione periodica universale della situazione dei Diritti Umani, tramite l’Ufficio dei Diritti Umani.

L’Ufficio dei Diritti Umani dell’IIMA lavora con le Nazioni Unite e collabora inoltre con la ONG Vides per svolgere le sue attività e al tempo stesso tempo per dare risalto al lavoro di tutta la congregazione a favore dei minori e dei giovani nei cinque continenti.

L’IIMA, nell’ambito delle Nazioni Unite, lavora anche per promuovere il diritto all’educazione, sollecitando i governi affinché rispettino gli accordi stipulati su questa tematica. Chiede poi che si intervenga preventivamente nelle situazioni più urgenti e, grazie ai cosiddetti eventi a latere (side events), presenta le buone pratiche realizzate dalla Famiglia Salesiana.

Per raggiungere questo obiettivo l’IIMA favorisce la presenza degli esperti delle Nazioni Unite, al fine di informare sulla situazione dei Diritti Umani nel mondo, offre la possibilità di partecipare alle riunioni più rilevanti dell’ONU e organizza corsi per far conoscere i procedimenti internazionali per la tutela dei Diritti Umani.

Dal 2009 ha organizzato 20 eventi a latere, incentrati sul recupero e l’integrazione dei bambini a rischio in Europa, Africa, Asia e America Latina. Un merito particolare è stato aver aiutato i governi a focalizzare l’attenzione sui giovani, sollecitandoli a prendere provvedimenti durante le sessioni del Consiglio dei Diritti Umani.

Dal 2009 ha organizzato 21 corsi di formazione (training course) a Ginevra, per 146 partecipanti provenienti da 53 Paesi, e ha presentato delle relazioni alla Revisione periodica universale dei Diritti Umani per almeno 46 Paesi, collaborando sempre con esperti e rappresentanti dei governi, che hanno mostrato la loro ammirazione per il lavoro salesiano.

Nell’ufficio collaborano giovani che hanno l’opportunità di svolgere i loro tirocini presso le Nazioni Unite e che condividono le loro vite con la comunità salesiana. Hanno collaborato 96 giovani, provenienti da 16 diversi Paesi di Europa, Africa, Asia e America.

Il metodo che garantisce il successo dell’IIMA e di Vides è la “denuncia positiva” che, in pieno stile salesiano, “mette in evidenza tutto ciò che di positivo viene fatto in quei contesti dove i più deboli vivono in situazioni più difficili”, come assicura suor Maria Grazia Caputo.

Fonte: infoans

Quaresima. Un viaggio di ritorno a Dio

Papa Francesco celebra la Santa Messa con Rito di benedizione e imposizione delle Ceneri all’Altare della Cattedra della Basilica di San Pietro. Una messa mattutina, pochi fedeli, distanziamento sociale e nuove regole per l'imposizione delle Ceneri a causa...

1^ Domenica di Quaresima – Anno B

1^ Domenica di Quaresima – Anno B 21 febbraio 2021 Vangelo di Matteo 4,1-11 Commento di suor Beatrice Schullern, FMA   “In questo tempo di Quaresima, accogliere e vivere la Verità manifestatasi in Cristo significa prima di tutto lasciarci raggiungere dalla Parola...

1^ Domenica di Quaresima – Anno B

1^ Domenica di Quaresima – Anno B 21 febbraio 2021 Vangelo di Marco 1,12-15 Commento di suor Silvia Testa, FMA   L’evangelista Marco, nei suoi pochi versetti che descrivono la pericope delle “tentazioni”, ci regala, attraverso alcuni verbi suggestivi, un...

Senza mezzi termini… Ma con speranza

di Andrea Miccichè   Un capitolo scritto senza mezzi termini, una diagnosi implacabile, una certificazione del disastro: le considerazioni dell’enciclica Fratelli tutti, che vanno sotto il titolo Le ombre di un mondo chiuso non lasciano dubbi sulla gravità della...

Il potere della musica

Di Riccardo Deponti   La musica è note, melodie, a volte parole. Ma soprattutto emozioni. Ma non solo. C'è qualcosa che non mi riesco a spiegare. Qualcosa di misterioso, forte, unico. L'altra sera, finito la cena, stavamo parlando a tavola quando mio papà ci ha...

La catastrofe educativa

Di Sara De Carli   «Assistiamo a una sorta di “catastrofe educativa”, davanti alla quale non si può rimanere inerti, per il bene delle future generazioni e dell’intera società», ha detto il Papa agli ambasciatori. Il commento di Ivo Lizzola: «Educare è un...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi