2^ domenica Avvento Ambrosiano

2^ domenica Avvento Ambrosiano

24 novembre 2019 – Anno A

Vangelo di Luca 3, 1-18

 

COMMENTO di suor Graziella Curti, FMA

 

All’interno del grandioso panorama di storia universale, lo sguardo si fissa su un uomo che cammina nel deserto: terra di silenzio e di esodo dove ognuno trova la verità propria e di Dio.

L’immagine scelta dall’evangelista Luca richiama la storia di ogni donna e di ogni uomo: viandanti nel deserto in cerca di speranza.

Giovanni Battista, solo, avanza, viene prima, annunzia il realizzarsi di un avvenimento decisivo per tutta la vicenda umana. E’ una voce che percorre i secoli.

Voce-soglia della Parola. Voce che precorre il Messia. Lungo il Giordano e nella terra sacra della Giudea si ode il grido: “Preparate le vie del Signore”. Non più sentieri storti. Mai più burroni dove sprofonda la nostra depressione. Via gli abissi dell’ingiustizia e della disperazione. Si appianino i monti dell’orgoglio e della presunzione.
Perché, come dice il biblista, “solo l’umiltà è la verità dell’uomo, che è terra (homo, humilis, humus hanno la stessa radice) e in questa sua verità l’uomo incontra Dio che solo in essa gli viene incontro per salvarlo”.

Il procedere controvento di Giovanni, il suo modo di vestire, l’austerità delle sue parole e dei suoi modi richiamano gli antichi profeti, megafoni di Dio lungo la storia.

L’invito del Battista è essenziale, concreto, appartiene alla vita quotidiana.

Quando le folle, i soldati, i pubblicani lo interrogano: “Che dunque faremo?”, la sua risposta non ammette ambiguità. “Chi ha due tuniche ne dia una a chi non ne ha, e chi ha da mangiare faccia altrettanto”.

Giovanni non chiede di fare cose impossibili, di recarsi più volte al tempio, di fare particolari sacrifici e digiuni. Le strade diventano diritte attraverso l’onestà della vita.

Per fare spazio alla salvezza di Dio è necessario prendere coscienza del proprio peccato e sentirsi mendicanti del perdono del Signore. Ai pubblicani, ai soldati, alla folla Giovanni chiede quella santità della porta accanto di cui ci parla spesso Papa Francesco.

Il richiamo del Battista è sulla linea di una conversione che esige un mutamento concreto del vivere quotidiano, il cambio delle relazioni.

E’ un esempio umanissimo di apertura, di misericordia contro la politica dello scarto.
Nessuno è escluso dall’annuncio di salvezza.

L’evangelista Luca, che è lo scriba mansuetudinis Christi, fa pronunciare a Giovanni le parole della misericordia e della cura verso i fratelli.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi