Domenica dopo l’ottava del Natale

Domenica dopo l’ottava del Natale

5 gennaio 2020 – Anno A

Vangelo di Luca 4, 14-22

Commento di suor Simona Bisin, FMA

 

Oggi Gesù realizza la buona notizia che libera l’uomo da ogni forma di chiusura per aprirlo alla vita in pienezza. Inizia il ministero di Gesù. Un ministero che annuncia il compimento di un’attesa, di una salvezza tanto desiderata.

 

Gesù torna in Galilea, torna a casa, nella sua terra, nel luogo che l’ha visto crescere e diventare uomo, tra la gente che ha vissuto accanto a lui per molti anni senza scorgere nulla di straordinario nel suo parlare e nel suo agire. Ma oggi ritorna in modo nuovo, “con la potenza dello Spirito”, e da esso si lascia guidare in atteggiamento di docilità.

 

Gesù entra in Sinagoga, spazio di condivisione della fede e compie i gesti usuali, tipici della religiosità di Israele. Gesù si mette in ascolto delle Scritture, si inserisce nel solco dei Profeti, ma questo rotolo nelle mani di Gesù e con la voce di Gesù si trasforma in qualcosa di più grande di una profezia antica. Oggi Gesù si presenta come compimento delle Scritture, benedizione di Dio e realizzazione delle promesse. Gesù sa interpretare le Scritture nell’oggi del presente e incarnarle nei gesti che, di lì a poco, renderà Lui stesso visibili: gesti carichi di vita, di bene, di liberazione, di misericordia.

 

È una storia che chiede di coinvolgerci in prima persona nella consapevolezza che l’ “Oggi” è l’ “Oggi” che Dio rivolge anche a me ogni volta che mi metto in ascolto della Parola di Dio.
Oggi, cioè qui, adesso, per me. Un oggi che vale sempre.

 

Gesù, all’inizio di un nuovo anno, ci invita a credere al suo messaggio e a farlo diventare strumento di discernimento per la nostra vita e le nostre scelte quotidiane. L’invito può essere quello di diventare amanti frequentatori della Parola di Dio perché questa diventi nutrimento per la nostra vita, guida ai nostri passi e si trasformi in gesti e in parole di benedizione e liberazione per noi stessi e per le persone che avviciniamo.

Solo così potremo diventare autentici testimoni del Suo Volto.

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi