6^ Domenica di Pasqua

6^ Domenica di Pasqua
9 maggio 2021
Vangelo di Giovanni 15,9-17
Commento di suor Susanna Anzini, FMA

 

Il Vangelo di questa domenica si colloca nel contesto dell’ultima cena, sono le ultime parole che Gesù affida ai suoi discepoli prima della Pasqua, sono il suo testamento. Tutto il suo discorso è incentrato su un’unica, fondamentale parola: amore.

Tutto il brano è poi giocato su un parallelismo tra Gesù e i discepoli che ricorre tre volte nel testo. La prima volta Gesù ci invita ad osservare i suoi comandamenti per rimanere nel suo amore, così come Lui ha fatto con il Padre e i suoi comandamenti. Questo ci permette di restare uniti a Lui, come la vite ai tralci, questa è la strada per avere in noi la gioia piena di Gesù.

Il secondo parallelo è quello centrale, quello che direttamente parla dell’amore. Gesù ribadisce ancora una volta il suo comandamento, amarci gli uni gli altri, proprio come Lui ha amato noi. È attraverso l’amore che noi mostriamo di avere per i fratelli e le sorelle che ci vivono accanto, che possiamo mostrare al mondo l’amore che Dio ha per ciascuno di noi e rispondere all’amore che Lui ci dona, amando come ha fatto Lui.

Siamo nel mese di maggio, e tra pochi giorni si celebra la festa di madre Mazzarello, quante volte nelle sue lettere alle suore insiste sull’importanza di coltivare questo amore fraterno, di volersi bene le une le altre per amore di Gesù! E quante volte lei stessa non esita ad utilizzare espressioni di affetto nei confronti delle sorelle. Perché, come diceva Don Bosco, è necessario non solo amare gli altri, ma anche che gli altri sappiano di essere amati. È da questo che possiamo essere riconosciuti come discepoli di Gesù: se avremo amore gli uni per gli altri.

Infine l’ultimo parallelo: tutto quello che il Padre ha fatto conoscere a Gesù, Gesù lo ha fatto conoscere a noi. Gesù ci sceglie e ci vuole come amici, seguire il suo comandamento dell’amore è rispondere alla sua amicizia, è portare frutto e avere in noi la sua gioia piena.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

 

 

Lo tsunami della speranza

La terra del dolore e della morte oggi ospita una casa di affettuosa rinascita e fondata speranza grazie ai figli di don Bosco.   Care amiche e amici di don Bosco, come avete certamente sperimentato una delle componenti più belle dell’amicizia è poter condividere i...

Gli anziani siano “maestri di tenerezza”

Nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di luglio dedicato agli anziani, Francesco invita ad invocare il Signore perché “l’esperienza e la saggezza” di coloro che vivono la Terza età “aiutino i più giovani a guardare al futuro con speranza e...

Premio per suor Alessandra Smerilli

A suor Alessandra Smerilli il Premio Nazionale Don Diana 2022 Il 4 luglio 2022, a Casal di Principe in provincia di Caserta, suor Alessandra Smerilli, Figlia di Maria Ausiliatrice, Segretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, economista e...

Erano undici (più Maria Ausiliatrice)

Di don Francesco Motto   «Siete poche, sprovviste di mezzi, e non sostenute dall’approvazione umana. Niente vi turbi. Le cose cambieranno presto». Il 5 agosto di centocinquant’anni a Mornese di Alessandria un gruppetto di undici ragazze del Monferrato – per lo più...

Convegno Internazionale per il 150° dell’Istituto

Dal 25 al 30 settembre 2022 a Roma, presso la Casa Generalizia dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, si terrà il Convegno internazionale sul tema “L’apporto delle FMA all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive” promosso dall’Istituto FMA e...

Le parole di Papa Francesco sulla vita

Nei suoi nove anni di Pontificato, Francesco ha pronunciato parole molto chiare sulla difesa della vita nascente che, afferma, è legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. La vita, osserva, va difesa sempre: quella dei nascituri come quella degli anziani e dei...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi