Filo diretto fra Paolo VI e Papa Francesco

Di suor Enrica Rosanna – comunità FMA di Concesio (BS)

Il 14 ottobre prossimo Papa Paolo VI, grande figlio della terra lombarda, sarà canonizzato da Papa Francesco.

Le affinità tra Papa Montini e Papa Bergoglio sono molte, anche per quanto riguarda le giovani generazioni. È bello riscoprirle nell’imminenza del prossimo Sinodo, che le vedrà protagoniste attive e responsabili.

Alla fine del Concilio Ecumenico Vaticano II, Paolo VI consegnò ai giovani e alle giovani del mondo un Messaggio che conserva ancor oggi tutta la sua attualità.

 “La Chiesa, durante quattro anni, ha lavorato per ringiovanire il proprio volto, per meglio corrispondere al disegno del proprio Fondatore, il grande Vivente, il Cristo eternamente giovane. E al termine di questa  «revisione di vita»; essa si volge a voi:

è per voi giovani, per voi soprattutto, che essa con il suo Concilio ha acceso una luce, quella che rischiara l’avvenire, il vostro avvenire. La Chiesa è desiderosa che la società che voi vi accingete a costruire rispetti la dignità, la libertà, il diritto delle persone: e queste persone siete voi.

… È a nome di questo Dio e del suo Figlio Gesù che noi vi esortiamo:

  • ampliate i vostri cuori secondo le dimensioni del mondo;
  • siate aperti e generosi ad intendere l’appello dei vostri fratelli, ed a mettere arditamente le vostre giovani energie al loro servizio;
  • lottate contro ogni egoismo. …
  • rifiutate di dar libero corso agli istinti della violenza e dell’odio;
  • siate generosi, puri, rispettosi, sinceri;
  • costruite nell’entusiasmo un mondo migliore di quello attuale.

La Chiesa vi guarda con fiducia e con amore. Ricca di un lungo passato sempre in essa vivente, e camminando verso la perfezione umana nel tempo e verso i destini ultimi della storia e della vita, essa è la vera giovinezza del mondo. Essa possiede ciò che fa la forza o la bellezza dei giovani: la capacità di rallegrarsi per ciò che comincia, di darsi senza ritorno, di rinnovarsi e di ripartire per nuove conquiste. Guardatela, e voi ritroverete in essa il volto di Cristo, il vero eroe, umile e saggio, il profeta della verità e dell’amore, il compagno e l’amico dei giovani.  (7 dicembre1965)

Papa Francesco, nel Messaggio per la GMG del 13 aprile 2014, celebrata a livello diocesano, che aveva come tema “Beati i poveri di spirito, perché di essi è il Regno dei cieli”, se pur con altre parole e in una società radicalmente cambiata, ha consegnato ai giovani gli stessi impegni.

  • Contate sulla forza rivoluzionaria delle Beatitudini.
  • Abbiate il coraggio di andare contro corrente.
  • Abbiate il coraggio della vera felicità! Dite no alla cultura del provvisorio, della superficialità e dello scarto, che non vi ritiene in grado di assumere responsabilità e affrontare le grandi sfide della vita!
  • Cercate di essere liberi nei confronti delle cose. Il Signore ci chiama a uno stile di vita evangelico segnato dalla sobrietà, a non cedere alla cultura del consumo. Abbiate il coraggio della sobrietà.
  • Rimettete al centro della cultura umana la solidarietà. Di fronte a vecchie e nuove forme di povertà – la disoccupazione, l’emigrazione, tante dipendenze di vario tipo –, siate vigilanti e consapevoli, vincendo la tentazione dell’indifferenza. Pensate anche a coloro che non si sentono amati, non hanno speranza per il futuro, rinunciano a impegnarsi nella vita perché sono scoraggiati, delusi, intimoriti.
  • Imparate a stare con i poveri. I poveri sono per noi un’occasione concreta di incontrare Cristo stesso, di toccare la sua carne sofferente.
  • Imparate dalla saggezza dei poveri! I poveri possono insegnarci tanto anche sull’umiltà e la fiducia in Dio.
  • Andate ad evangelizzare. Quando inviò i Dodici in missione, Gesù disse loro: «Non procuratevi oro né argento né denaro nelle vostre cinture, né sacca da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché chi lavora ha diritto al suo nutrimento» (Mt 10,9-10). La povertà evangelica è condizione fondamentale affinché il Regno di Dio si diffonda.

Questi messaggi sono per noi FMA e per tutti gli educatori e i genitori un invito da non disattendere. Dobbiamo accoglierli con gioia e responsabilità. Il futuro “bello” della società è anche nelle nostre mani.

C’è un filo sottile che ci salva nel marasma

Di Gianfranco Lauretano Siamo ripartiti. Mancano tante cose, ma il virus non ha spezzato quel filo sottile e indistruttibile dell’amore alla scuola e ai nostri alunni e colleghi.   Il primo giorno di scuola, lo sappiamo tutti, è un classico della letteratura e...

La bellezza che ci appartiene

“Io credo che la grammatica di una vita spirituale viva consista nell’imparare l’attenzione”. La bellezza del creato esiste nel momento in cui sappiamo guardarla con occhi attenti, curiosi, vivi: è il cuore del messaggio che ci affida il cardinale portoghese, grande...

Riparte la scuola… e anche il doposcuola

A marzo improvvisamente il doposcuola a Gallarate che abbiamo gestito per tre anni ha improvvisamente chiuso. Se nel nostro spazio di intervento individuale a “Parole Insieme”, abbiamo trovato una mediazione, grazie ai canali digitali, lo spazio quotidiano che avevamo...

Rimettiamo la relazione al centro

A ragionare sulle responsabilità degli adulti (genitori, insegnanti, istituzioni, scuola, associazioni) sono stati chiamati Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, Chiara Giaccardi, professoressa di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università...

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi