Scuola di musical in oratorio

Un progetto dell’Opera Torinese del Murialdo in collaborazione con l’Accademia dello Spettacolo è nato nel quartiere popolare di Borgo Vittoria, Torino. I ragazzi che vanno all’oratorio possono frequentare anche la scuola di musical.

Immaginatevi un quartiere variegato, multietnico. Con l’estro e il “movimento” che viene dalla differenza; ma anche un luogo difficile dove il tasso di disoccupazione è alto e tra i giovani spesso fanno si verificano episodi di bullismo e spaccio di droga. Come ve li “riprendereste” i giovani?

Il quartiere popolare in questione è quello di Borgo Vittoria, Torino. Qui l’oratorio San Martino ha inaugurato il suo “secondo anno accademico”. Un luogo dove per “affascinare” i ragazzi si usano le arti sceniche come strumento educativo. Oggi è punto di convergenza di sport, catechesi, educativa scolastica e arte, riunite per ottenere la massima inclusione dei giovani con un modello educativo che li coinvolge a 360 gradi.

L’incontro tra l’Opera Torinese del Murialdo e l’Accademia dello Spettacolo è avvenuto per esigenze concrete: l’Accademia era alla ricerca di una nuova sede e i Giuseppini del Murialdo avevano locali poco utilizzati nell’oratorio adiacente la chiesa Nostra Signora della Salute. E mentre 1500 metri quadri si trasformavano in palestre e aule adatte alla formazione alle arti sceniche, le due istituzioni scoprivano una perfetta sintonia di valori e di obiettivi educativi.

«Dal 2004 promuoviamo l’educazione dei giovani alla bellezza attraverso l’arte», spiega Mario Restagno, fondatore e direttore artistico di Accademia dello Spettacolo, centro di eccellenza in Torino e in Italia per le arti sceniche, ma anche associazione senza fini di lucro impegnata a rendere accessibile la formazione a coloro che, pur avendo talento e passione per il performing, non hanno la possibilità di affrontare i corsi dell’Accademia stessa. «L’oratorio è ancora il posto dove tanti giovani convergono e per questo deve saper stare al passo con i tempi facendo nuove proposte qualificate per continuare ad essere luogo di educazione e di eccellenza culturale».

«La nascita di un nuovo modello di oratorio deve necessariamente basarsi sulla multidisciplinarietà», afferma don Danilo Magni, direttore dell’Opera Torinese del Murialdo. «L’oratorio prosegue le sue attività di catechesi e di educativa scolastica rivolte ai giovani, ma per raggiungere e coinvolgere molti più ragazzi del nostro borgo, abbiamo incaricato “esperti del settore” l’ambito sportivo e artistico. Proprio quest’ultimo è stato affidato alle competenze pedagogiche e professionali dell’Accademia dello Spettacolo».

Il lavoro parte con i giovanissimi per introdurli al mondo della musica, della danza e della recitazione: nella Scuola di Musical i bambini e ragazzi vengono suddivisi in gruppi dai 4 ai 12 anni e dai 13 ai 18 e i prezzi sono popolari, accessibili anche alle famiglie più disagiate.

Fonte: cgfmanet.org

2^ Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

2^ Domenica del Tempo Ordinario – Anno B 17 gennaio 2021 Vangelo di Giovanni 1,35-42 Commento di suor Susanna Anzini, FMA   Il vangelo di questa domenica ci parla dei primi discepoli di Gesù. Il loro itinerario può essere preso come modello della sequela: si...

Presentazione Strenna 2021

Nel pomeriggio del 26 dicembre presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma è stata lanciata, per la prima volta nella storia in diretta mondiale, la Strenna 2021 del Rettor Maggiore «Mossi dalla speranza: “Ecco, io...

1 Km per la speranza

Di Riccardo Schiavo Roberto Miglio insegna educazione fisica alla Maria Ausiliatrice di San Donato M.se Ammalarsi di Parkinson e vedere, in mezzo al nero, un’opportunità per lanciare un messaggio positivo. Roberto Miglio insegna educazione fisica alla scuola salesiana...

Proposte “non” parrocchiali

Di don Andrea Lonardo   Tanti dichiarano che la parrocchia è finita e poi cosa fanno? Continuano a proporre ricette sulla parrocchia e sull’Iniziazione cristiana. Tanti pastoralisti continuano a ripetere lo slogan che la “civiltà parrocchiale” è finita e poi...

Scuola. Salvare il rientro

Cresce il desiderio di studenti e famiglie di tornare alla didattica in presenza. I nodi da sciogliere sono noti. Ma servono criteri adeguati e non centralistici Di Ezio Delfino   Il desiderio degli studenti e l’attesa delle famiglie di tornare a un regolare...

Buon Natale 2020!

Nulla di romantico: costretti a mettersi in viaggio quando Maria avrebbe bisogno di riposo; locande piene quando ci sarebbe bisogno di un posto caldo ed accogliente dove accogliere il Bambino; notte, freddo, grotta per un evento degno del luogo migliore del mondo per...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi