Wonder

da | 9 Gen 2018 | Film

Arriva sul grande schermo il best seller di R.J. Palacio, uno dei libri più letti dai ragazzi.

Augustus Pullman, detto Auggie (Jacob Tremblay, già ammirato in «Room»), ha avuto una nascita «esilarante», ha subito ventisette operazioni nella sua vita, ha undici anni e non è mai andato a scuola e si sente un marziano. Sua madre Isabel (Julia Roberts) è stata l’unica insegnante nel corso della sua infanzia, papà Nate (Owen Wilson) e la sorella maggiore Via (Izabela Vidovic) gli affetti che finora l’hanno protetto dal mondo, ma ora è tempo di iniziare la prima media e di incontrare definitivamente «gli altri» suoi coetanei, quelli che lo fisseranno perché è «diverso», che lo giudicheranno come «mostro», che probabilmente non avranno nessuna pietà per lui.

Poiché Auggie non sarà mai «un bambino normale»; egli soffre, infatti, della sindrome di Treacher Collins, una grave anomalia cranio-facciale, che lo rende del tutto «speciale».

Tratto dal romanzo omonimo best seller della scrittrice americana R.J. Palacio, il film di Stephen Chbosky giunge nelle sale per dare finalmente «un volto» al protagonista di uno dei libri attualmente più letti al mondo dai ragazzi. Senza giocare sul pietismo, mettendo anzi in scena con ironia anche le storie di chi ruota attorno al piccolo Auggie, compresi i nuovi compagni di scuola, il racconto ne esce vincente. Non solo per i ragazzi, primi destinatari della storia, ma anche degli adulti che spesso, pur avendo a disposizione strumenti di giudizio critici, non sanno vedere oggettivamente la realtà, per ignoranza o forse più per paura. È esattamente il nostro sguardo, il modo con cui noi osserviamo e valutiamo ciò che ci sta attorno ad essere messo in crisi.

Cos’è normale, infatti, e cosa non lo è? Chi è «diverso» da chi o da che cosa?

Domande che conosciamo, ma alle quali non siamo abituati a rispondere personalmente fintanto che non ci si sente coinvolti in prima persona. «Wonder» cerca di farlo ed è un bene, soprattutto per i più piccoli che non solo comprendono che cosa «non devono fare», ma anche come reagire di fronte alle «provocazioni» che nella vita a volte mettono davvero alla prova.

Una parabola paradigmatica a favore dell’inclusione e dell’accoglienza, nonché contro il bullismo che, nonostante se ne parli, impera nel mondo della scuola e non solo. Da vedere, in famiglia.

Temi: malattia, diversità, bullismo, famiglia, ragazzi, scuola, accoglienza, amicizia, coraggio.

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Educarsi ed Educare al web

È uscito a fine agosto in tutte le librerie (anche on line) il libro Educarsi ed Educare al web. 30+1 riflessioni, consigli e idee per tutti, scritto da Marco Pappalardo e Alfredo Petralia, e edito dalle Edizioni San Paolo.   Un volumetto originale nel contenuto...

Libano. «Non basta ricostruire le case»

A un mese dall'esplosione al porto di Beirut, il futuro del Paese, già in ginocchio prima della tragedia, appare ancora incerto. La Chiesa, Avsi e altre realtà stanno aiutando il popolo libanese a ripartire. E a non abbandonare quelle terre Di Maria Acqua Simi  ...

Nel cuore del mondo – #livethedream

PROPOSTA PASTORALE 2020-2021 NEL CUORE DEL MONDO - “Ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare” #LIVEthedream   La Proposta Pastorale 2020-2021 inizia un nuovo percorso triennale dell’Italia Salesiana. Alcuni anniversari di famiglia ed eventi di Chiesa rilevanti...

Socialità e creatività nell’era digitale

Proponiamo la visione del video di un incontro svoltosi durante il Meeting di Rimini che apre importanti riflessioni sul tema del digitale. “È L’ONLIFE, BELLEZZA”. SOCIALITÀ E CREATIVITÀ NELL’ERA DIGITALE Costantino Esposito, Professore Ordinario di Storia della...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi